E’ mancato Sergio Reolon, Consigliere ABM, già presidente della Provincia di Belluno e Consigliere della Regione Veneto

L’associazione “Bellunesi nel Mondo” registra un nuovo grave lutto per la scomparsa di Sergio Reolon, consigliere della stessa dal 2009.

Nato a Caracas in Venezuela il 22 maggio 1951 è deceduto a Belluno il 20 gennaio 2017 dopo una lunga e sofferta malattia.

Lo ricorda con particolare commozione il presidente dell’Associazione, Oscar De Bona, che con Reolon ha trascorso tredici anni di impegno politico  in Provincia,  definendolo un grandissimo e preparato collaboratore, impegnato ed orgoglioso della sua terra in ogni battaglia per la salvaguardia dei diritti della montagna, della sua autonomia, dello sfruttamento delle risorse idriche con tanto coraggio e determinazione.

Nel 1972  aderisce al PCI e nel 1978 diventa Segretario provinciale del partito;

Consigliere provinciale a Belluno dal 1980, confermato nel 1985:

Dal 1990 al 2002 è nella Giunta provinciale presieduta da De Bona.

Inoltre Consigliere dell’Azienda Regionale delle Foreste e Dirigente della Lega delle Cooperative.

Eletto presidente della Provincia di Belluno nel 2004 fino al 2009.

Eletto Consigliere Regionale dal 2010 al 2015.

Il Consiglio dell’Associazione partecipa al grave lutto che ha colpito la sua famiglia e l’intera comunità  che in Reolon poteva contare per la sua disponibilità e competenza fino all’ultimo.

Pochi mesi fa è stato pubblicato un suo secondo libro dal titolo “Kile Heidi”, in cui tratta il tema della marginalità montana rispetto alla centralità delle grandi città di pianura che lo stesso Reolon ha partecipato alla presentazione in varie zone della provincia fino all’ultimo nonostante l’aggravarsi della sua malattia.

Lunedì 23, alle ore 14.00, al cimitero di Castion avrà luogo la funzione civile. La salma proseguirà per la cremazione.

La Sede madre dell’Associazione Bellunesi nel Mondo sarà presente con il gonfalone.

 

E’ SCOMPARSO Padre Josè Benigno Zilli Manica

bzilliNato a Tepatlaxco, Ver. (Messico) il 30.11.1934, è deceduto a Xalapa, Ver. (Messico) il 24.11.16. Prete cattolico, professore universitario, scrittore, ricercatore, giornalista. Ha lasciato il segno, non solo dal pulpito, ma anche con la sua testimonianza e la sua enorme generosità. E ‘stato un grande interprete dell’uomo contemporaneo. Figlio prediletto di Tepatlaxco, piccolo villaggio situato nel centro della zona di Veracruz. E ‘stato accademico presso l’Università Veracruzana per più di 50 anni, fondatore e direttore della Facoltà di lettere e filosofia. Laureato in Filosofia e Teologia presso l’Università Gregoriana di Rom, ha ottenuto il dottorato Rheinische Friedrich Wilhelms in-Universitat di Bonn (Germania) il 24 febbraio 1960. E ‘stato membro dell’Accademia Messicana della Pubblica Istruzione, “Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana”. Tra i suoi libri includono, Introduzione allo studio della “Conenbricenses”, “Italiani in Messico”, “Lavoratori italiani in Messico”, e tanti altri riguardanti l’immigrazione italiana in Messico. La colonia italiana con sede a Veracruz e Puebla, grata per tutto quello che ha fatto per ricordare gli emigranti italiani in Messico, lo ricorda a tutti coloro che l’hanno conosciuto.

 

196. DIRETTIVO ABM DI SETTEMBRE. RICORDATO LUCIANO LODI. NOMINATO ALL’UNANIMITA’ DINO BRIDDA ALLA DIREZIONE DELLA RIVISTA “BELLUNESI NEL MONDO”

news_196_dino_bridda2Giovedì 24 settembre, dopo la pausa estiva, si è riunito il Consiglio direttivo dell’Associazione Bellunesi nel Mondo. Il presidente ABM, Oscar De Bona, ha voluto ricordare la figura di Luciano Lodi, colonna portante dell’Associazione, mancato recentemente dopo breve malattia e proprio la sua immagine, nei prossimi giorni, verrà posizionata nella Sala riunioni della sede in via Cavour vicino a quella di Ivano Pocchiesa, Renato De Fanti e Silvano Bertolin. Durante il Direttivo si è passati anche alla nomina del nuovo direttore responsabile della rivista “Bellunesi nel Mondo”, scelta obbligata dopo le dimissioni del direttore uscente Vincenzo Barcelloni Corte. Su proposta del Comitato esecutivo il Direttivo, all’unanimità, ha nominato nuovo direttore Dino Bridda. “Sono onorato ed emozionato – le parole di Bridda dopo la sua nomina – di certo assumo questo incarico con impegno e serietà. A breve nominerò il nuovo Comitato di redazione ed è mia intenzione curare Bellunesinelmondo.it e il settore comunicazione dell’ABM. Grazie per la vostra fiducia”. Parole di ringraziamento sono sopraggiunte anche da De Bona: “Voglio ringraziare Vincenzo Barcelloni Corte per i suoi trentatré anni alla direzione della nostra rivista. Incarico assunto con equilibrio e capacità. Mi auguro inoltre – ha voluto sottolineare De Bona – che Barcelloni continui a far parte del Comitato di redazione. Voglio inoltre ringraziare Dino Bridda per aver accettato questo incarico. Sono certo porterà nuovo impulso al nostro giornale che da quasi cinquant’anni è la voce ufficiale dell’ABM”.  Durante il Direttivo sono inoltre stati approvati alcuni progetti che l’ABM presenterà in Regione e che, se saranno approvati e finanziati, vedranno la luce durante il 2015.

199. LA CHIESETTA DI SAN LIBERALE COME LUOGO DEL CUORE FAI 2014 PROTAGONISTA A EXPO DELLE DOLOMITI NELLO STAND DELL’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO, DELL’ASSOCIAZIONE TRENTINI NEL MONDO E DELL’ENTE FRIULI NEL MONDO

Lo stand dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, assieme all’Associazione Trentini nel Mondo e all’Ente Friuli nel Mondo, era presente alla quarta edizione di “Expo delle Dolomiti” svoltasi a Longarone Fiere dal 26 al 28 settembre. “In ogni continente la nostra finestra sulle Dolomiti”, “Trentino e suoi emigrati: tanti valori, infinite storie, una unica comunità nel segno della solidarietà” e “Une Patrie cence confins” erano i motti presenti sulle bellissime, e dolomitiche, immagini della Bellunesi, Trentini e Friuli nel Mondo.

stand abm all'expo dolomiti

stand abm all’expo dolomiti

Lo stand, gestito dai consiglieri ABM, dalla Famiglia ex emigranti del Longaronese e dall’Associazione Emigranti della Bandiera, oltre a promuovere il territorio delle Dolomiti nel mondo, aveva anche l’obiettivo di raccogliere firme per la chiesetta di San Liberale come luogo del cuore FAI 2014.

Numerose le persone che hanno firmato per raggiungere questo scopo. Tra queste il Sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani, il presidente della provincia di Trento Ugo Rossi e il vice presidente della Regione Veneto Marino Zorzato.

Marino Zorzato

Marino Zorzato

Ugo Rossi

Ugo Rossi

Barbara Degani e Oscar De Bona

Barbara Degani e Oscar De Bona

Un’ulteriore prova per dimostrare la validità del luogo del cuore segnalato dall’Associazione Bellunesi nel Mondo al FAI (Fondo Ambiente Italiano) con la speranza che altre persone aderiscano con il proprio voto o la propria firma.

Ricordiamo che c’è tempo fino al 30 di novembre. Questo il link per votare on line: http://iluoghidelcuore.it/luoghi/belluno/belluno/chiesetta-di-san-liberale/80810

 

 

Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress