Coronavirus. Aggiornamenti dal Guatemala

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Al fine di contenere la diffusione del COVID-19, le autorità locali hanno disposto le seguenti misure: dalle ore 18.00 del 13 luglio fino alle ore 5.00 del 27 luglio restrizione totale alla circolazione tra Dipartimenti del Paese, ad eccezione di trasporto sanitario, trasporto di generi alimentari, trasporto di valori e combustibile.

Sabato 18 luglio e sabato 25 luglio le predette restrizioni inizieranno alle ore 14.00 e si prolungheranno fino alle ore 05.00 dei successivi lunedì. Domenica 19 luglio e domenica 26 luglio sarà in vigore coprifuoco h24-su tutto il territorio guatemalteco.
Dal 13 luglio fino al 27 luglio nei dipartimenti di Guatemala, Sacatepequez, Escuintla, Suchitepequez, Quetzaltenango, Izabal, El Progreso, Zacapa e Santa Rosa la circolazione nei predetti orari e’ consentita a targhe alterne (13, 15 17, 21, 23, 25 luglio veicoli con targhe che terminano con numero dispari; 14, 16, 18, 20, 22, 24 luglio  veicoli con targhe che terminano con numero pari).

Sono vietati tutti gli eventi sportivi, culturali e sociali. Sono sospesi gli eventi religiosi che richiedono la presenza di persone ed è stata disposta la chiusura delle attività scolastiche e delle università. Sono aperti i mercati ed  supermercati dalle ore 06.00 alle ore 16.00. Tutti i centri commerciali, i ristoranti, pub ed i club sono chiusi. I ristoranti possono lavorare solo per consegna a domicilio, senza consumazione in loco. Le attività principali, come banche, stazioni di servizio, farmacie e supermercati, sono aperte nei giorni in cui non e’ imposta la restrizione totale.

È obbligatorio l’uso delle mascherine e il rispetto del distanziamento sociale di 1,5 metri negli spazi pubblici. I trasgressori sono passibili di multe e potrebbero incorrere in accuse di natura civile o penale. Le persone di età superiore ai 60 anni, le donne incinte e i bambini, così come le persone con rischi per la salute non possono circolare nel paese. Per maggiori informazioni, consultare il sito web del locale Ministero della Salute https://www.mspas.gob.gt/index.php/noticias/comunicados/itemlist/category/11-coronavirus-2019-ncov?limitstart=0

Fonte: www.viaggiaresicuri.it

Coronavirus. Aggiornamenti dalla Spagna

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

A partire dal 21 giugno, con il termine dello “stato d’allarme”, è consentito l’ingresso in Spagna da tutti i Paesi europei ed appartenenti allo spazio Schengen, senza necessità di motivare la ragione del viaggio e senza obbligo di quarantena. Sono inoltre consentiti gli spostamenti tra Province e Regioni (Comunità Autonome) all’interno del Paese. Tuttavia, secondo quanto stabilito dal provvedimento del Ministero della Sanità del 29 giugno (https://boe.es/boe/dias/2020/07/01/pdfs/BOE-A-2020-6927.pdf), chiunque arrivi in Spagna dall’estero, per via aerea o marittima, è sottoposto a un controllo sanitario prima della sua entrata nel Paese. In particolare: controllo della temperatura corporea, controllo documentale e controllo sullo stato del passeggero. Per quanto concerne il controllo documentale, i passeggeri in arrivo dall’estero (anche da altri Paesi UE) dovranno compilare, prima del viaggio, un “formulario di salute pubblica”, attraverso il sito internet Spain Travel Health o la app Spain Travel Health-SPTH, ottenendo un codice QR da presentare (su dispositivo mobile o stampato) al proprio arrivo in Spagna. Fino al 31 luglio, coloro che non abbiano potuto compilare il formulario telematicamente potranno farlo in formato cartaceo (il modello si trova in appendice al citato provvedimento) e consegnarlo al proprio arrivo in un porto o aeroporto spagnolo.

Fonte: www.viaggiaresicuri.it

Coronavirus. Aggiornamenti dalla Slovacchia

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Dal 5 giugno l’ingresso in Slovacchia è consentito ai cittadini slovacchi, ai residenti stranieri, ai cittadini e residenti nella Repubblica Ceca, Ungheria e Austria. A partire dal 10 giugno per altri 16 Paesi europei, non ci sono più restrizioni all’ingresso: Germania, Liechtenstein, Svizzera, Slovenia, Croazia, Bulgaria, Grecia, Cipro, Malta, Estonia, Lettonia, Lituania, Finlandia, Norvegia, Danimarca e Islanda.
Le autorità locali hanno revocato dal 6 luglio l’obbligo di isolamento domiciliare e di presentazione dei risultati del test per il coronavirus per i viaggiatori in ingresso dall’ITALIA che, unitamente a Paesi Bassi, Belgio, Francia, Spagna, Australia, Corea del Sud, Cina e Nuova Zelanda, rientra nell’elenco dei Paesi “a minor rischio”.
E’ attualmente in vigore, fino a nuovo ordine, lo stato di emergenza con una serie di restrizioni su viaggi e ed eventi. È obbligatorio indossare una mascherina o coprirsi il naso e la bocca nei luoghi chiusi.

Fonte: www.viaggiaresicuri.it

Coronavirus. Aggiornamenti dalla Grecia

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

A partire dal 1 ° luglio 2020 le Autorità greche si riservano la possibilità di sottoporre i passeggeri in arrivo a un test rinofaringeo (tampone). Non è possibile sapere in anticipo se si verrà sottoposti al test a campione, che viene somministrato secondo criteri randomici, non noti a priori. Le Autorità greche si riservano la possibilità di valutare se sottoporre a tampone anche chi è in possesso di un test seriologico negativo effettuato nei giorni precedenti all’arrivo in Grecia.
Coloro che verranno sottoposti al tampone potranno proseguire verso la propria destinazione finale interna al Paese, dove dovranno passare 24 ore in autoisolamento (nel proprio alloggio in Grecia: hotel, appartamento, ecc). Sono previste sanzioni amministrative (multa di 5000€) in caso di violazione dell’autoisolamento.
Si viene contattati dalle Autorità greche esclusivamente in caso di positività. Se, passate le 24 ore dal test, non si riceve alcuna comunicazione è possibile uscire dall’autoisolamento e continuare liberamente il proprio soggiorno in Grecia.

Fonte: www.viaggiaresicuri.it

Coronavirus. Aggiornamenti dall’Argentina

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Le autorità locali hanno imposto la quarantena su tutto il territorio nazionale fino al 17 luglio. È possibile uscire dalla propria abitazione solo per l’approvvigionamento di generi alimentari e sanitari mentre ogni altro tipo di spostamento è vietato. Il provvedimento in versione integrale è disponibile al link: https://www.boletinoficial.gob.ar/detalleAviso/primera/230245/20200608. Si raccomanda di visitare anche il sito web: https://www.argentina.gob.ar/salud/coronavirus-COVID-19.

Per eventuali comunicazioni di emergenza, il Consolato Generale a Buenos Aires è reperibile al numero: +54911 4530 5629; l’Ambasciata a Buenos Aires è reperibile al numero (h24, 7/7) +5491151134530. E’ stata altresì disposta la chiusura di tutte le frontiere, fino a data da definirsi e l’interruzione di tutti i collegamenti aerei internazionali fino al 1 settembre 2020. E’ obbligatorio in tutto il Paese, sia al chiuso che all’aperto, l’uso di mascherine o di altri dispositivi di protezione che coprano bocca e naso.

VOLI DALL’ARGENTINA: Le Autorità argentine hanno autorizzato, fino al termine del blocco dei voli commerciali (1 settembre 2020) un calendario di voli commerciali speciali per le principali capitali europee, e per Miami e Tel Aviv, nei mesi di luglio e agosto. Le compagnie Air France, KLM e Iberia hanno già diffuso un calendario di voli commerciali speciali su Parigi, Madrid ed Amsterdam (città da cui è possibile raggiungere l’Italia). I biglietti sono acquistabili sui siti internet delle rispettive compagnie aeree, a cui si rimanda per maggiori informazioni.

Fonte: www.viaggiaresicuri.it

Coronavirus. Aggiornamenti dal Giappone

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

A partire dalle 23.59 del 20 marzo e fino al 30 LUGLIO (prorogabile) è stata sospesa la validità dei visti emessi da Consolato e Ambasciata giapponese in Italia (ovvero l’etichetta incollata nel passaporto che serve per il primo ingresso in Giappone). Pertanto, chi ha ottenuto il Japan Visa da Consolato/Ambasciata giapponesi entro il 20 marzo e non è ancora entrato in Giappone, dal 21 marzo non potrà più utilizzarlo a tal fine e dovrà richiedere un nuovo visto. Sono inoltre sospese tutte le esenzioni di visto, per cui si rende necessario a partire dal 20 marzo, per qualsiasi viaggio in Giappone, a qualunque titolo, fare domanda di visto presso le Rappresentanze giapponesi in Italia. Si ricorda che dal 27 marzo è in vigore un divieto temporaneo di ingresso per coloro che, prima dell’arrivo in Giappone, siano stati in uno dei Paesi elencati nel secondo avviso presente su questa Scheda Paese. In esito alle sempre più stringenti misure restrittive relative all’ingresso di cittadini stranieri nel Paese, la maggior parte dei voli tra il Giappone e altri Paesi, in particolare Europei, sono stati sospesi o cancellati. I voli diretti da/per l’Italia operati da Alitalia sono sospesi fino a nuova comunicazione. Si prega di contattare le singole compagnie o agenzie di viaggio per avere dettagli su eventuali cancellazioni.
L’Ente Nazionale del Turismo Giapponese (JNTO) ha un numero diretto (+8150 38162787) h24 che fornisce informazioni turistiche e consigli relativi al coronavirus.

Fonte: www.viaggiaresicuri.it

Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress