Rete consolare onoraria: iniziativa di razionalizzazione della Farnesina

Rete dei consolati onorari: il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale annuncia di aver attuato una valutazione a proposito delle prospettive degli uffici onorari privi di titolare e inattivi da più di cinque anni.

«L’iniziativa – precisa la Farnesina in una nota – ha riguardato 48 strutture onorarie (36 senza titolare da almeno 5 anni, 12 senza titolare sin dalla loro istituzione) delle oltre 500 che compongono la rete». Una verifica utile ad ottenere una fotografia aggiornata dell’effettiva operatività della rete onoraria e che – spiega ancora il Ministero – «ha permesso una riflessione che ha condotto in molti casi alla decisione di far ripartire le procedure di identificazione e nomina di consoli onorari a capo di strutture inattive da molti anni».

Sul totale di 48 uffici attualmente inattivi, 27 quelli soppressi, tra i quali 8 non avevano mai avuto alcun titolare. «Per i restanti 21 Uffici onorari – anticipa la Farnesina – le Ambasciate o i Consolati verificheranno l’esigenza e la possibilità di una loro eventuale riattivazione».

Per maggiori informazioni: www.esteri.it

Il lavoro di Ambasciate e Consolati nel 2019: i dati di Luigi Maria Vignali della Farnesina

«Nel 2019 Ambasciate e Consolati italiani hanno trattato 2.194.788 domande di visto: +10% rispetto al 2018». Lo ha reso noto in un tweet Luigi Maria Vignali, Direttore Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie della Farnesina. 155 mila, invece, i visti negati.

«Un risultato straordinario – secondo Vignali – sia per attrarre turismo di qualità, studenti e imprenditori, sia per il grande impegno nel contrastare ingressi irregolari».

Rappresentanza degli italiani all’estero: soppressi 27 uffici consolari

Soppressi ventisette uffici consolari onorari, tra agenzie, consolati e vice consolati. Il decreto, firmato dal Vice Direttore generale per le risorse e l’innovazione del Ministero degli Esteri Patrizia Falcinelli, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Chiuse dunque le sedi di Hanko (Finlandia), Kotka (Finlandia), Mariehamn (Finlandia), Klaipeda (Lituania), Dundee (Regno Unito), Costanza (Romania), Piatra Neamt (Romania), Lucerna (Svizzera), Saida (Libano), Cincinnati (Stati Uniti), Nashville (Stati Uniti), Aracaju’ (Brasile), Chapeco (Brasile), Nova Friburgo (Brasile), Araraquara (Brasile), Franca (Brasile), Limeira (Brasile), San Pedro (Costa D’Avorio), Varadero (Cuba), Fukuoka (Giappone), Nagoya’ (Giappone), Mazatlan (Messico), Tijuana (Messico), Acapulco (Messico), Chisimaio (Somalia), Maseru (Lesotho) e Moroni (Comore).

Tirocini all’estero: il nuovo bando Maeci-Crui

Tirocini curriculari presso le Rappresentanze diplomatiche, gli Uffici consolari e gli Istituti Italiani di Cultura in Italia e all’estero. Il nuovo bando promosso da Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale e Fondazione Crui mette a disposizione 400 posti.

215 le sedi diplomatiche coinvolte, 54 le università partecipanti. Le posizioni offerte sono: 183 in Europa, 58 in Asia, 50 in America del Nord, 35 nel Centro e Sud America, 34 in Africa, 25 nel Medio Oriente, 11 in Oceania e 4 in Italia.

I tirocinanti saranno impegnati nella realizzazione di ricerche, studi, analisi ed elaborazione di dati utili all’approfondimento dei dossier trattati da ciascuna sede. I partecipanti potranno inoltre essere coinvolti nell’organizzazione di eventi e assistere il personale del Ministero nelle attività di proiezione esterna.

Le candidature dovranno essere presentate entro il 10 febbraio. I tirocini si svolgeranno nel periodo tra il 4 maggio e il 7 agosto 2020.

Tutti i dettagli e il bando completo sono disponibili su: www.tirocinicrui.it

Invest your talent in Italy: al via il bando 2020

“Invest your Talent in Italy”. Aperto il bando organizzato da Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Agenzia Ice e Uni-Italia, con il sostegno di Unioncamere e Confindustria. L’obiettivo è mettere a disposizione delle aziende italiane uno strumento operativo a supporto dell’internazionalizzazione, attraverso la possibilità di avvalersi di talenti stranieri, provenienti da mercati di interesse, formati in Italia e con competenze nei settori di operatività dell’azienda.

Questa edizione – la quinta – è riservata agli studenti di Azerbaigian, Brasile, Colombia, Egitto, Etiopia, Ghana, India, Indonesia, Iran, Kazakhstan, Messico, Repubblica Popolare Cinese, Tunisia, Turchia e Vietnam.

Agli studenti viene assicurato un percorso formativo in aula presso uno degli Atenei partecipanti, completato da un periodo di tirocinio in azienda (indicativamente della durata di tre mesi). A disposizione anche delle borse di studio (di circa 8.100 euro l’anno) come incentivo per gli studenti più meritevoli.

La scadenza per candidarsi è fissata al 27 febbraio 2020. Il bando completo e tutte le informazioni sono disponibili sul sito: investyourtalentapplication.esteri.it

Terremoto in Albania. Le avvertenze dell’Ambasciata d’Italia a Tirana

In relazione al terremoto che ha colpito l’Albania, l’Ambasciata d’Italia a Tirana raccomanda di «evitare gli spostamenti non necessari, monitorare la situazione attraverso i media e seguire scrupolosamente le indicazioni delle Autorità locali». La stessa Ambasciata presta assistenza ai connazionali 24 ore su 24 in caso di emergenze attraverso la linea dedicata 0035542274900. «Al fine di ricevere comunicazioni in tempo reale su situazioni di pericolo e confermare la propria incolumità a seguito di eventi critici – scrive la rappresentanza sul proprio sito – si consiglia di scaricare l’App gratuita dell’Unità di Crisi del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale e di iscriversi sul sito www.dovesiamonelmondo.it.

Per maggiori informazioni: ambtirana.esteri.it

Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress