Nuovo anno finanziario e nuove tasse per chi vuole emigrare in Australia. Da Sbs Italian, riportiamo l’intervista di Carlo Oreglia e Marco Lucchi all’agente d’immigrazione Emanuela Canini.

Anno nuovo, costi nuovi
Quest’anno l’incremento è del 5,4%; su cifre basse come quelle del visto working holiday non fa molta differenza, in quanto si passa da 450 a 485 dollari, ma su un Partner visa andiamo da 7.160 a 7.715 dollari. L’unico visto che non ha subito modifiche è il visto visitor 600. Inoltre la tassa sul visto a punti regionale sembra che cambierà a novembre, in quanto sarà istituito un nuovo visto e abolito quello attuale. A novembre entreranno in vigore i nuovi visti regionali ma al momento non si è a conoscenza di quali saranno le tasse su questi visti, se rimarranno sulle stesse cifre dei visti permanente attuali o saranno diverse. Non solo aumenti per i visti: anche la tassa per gli appelli in tribunale ha visto un leggero rincaro, 1.764 a 1.787 dollari.

Ultimo round inviti
Il trend degli ultimi due mesi è stato confermato alla fine dell’anno finanziario, con un numero molto basso di inviti, soltanto 100 con un punteggio minimo di 85, più dieci visti regionali con un punteggio minimo di 90.Dal prossimo mese dovremmo vedere un aumento notevole degli inviti per i visti regionali e meno rilevante per quelli indipendenti.

Nomination degli stati
L’ACT ha pubblicato la nuova lista delle occupazioni, dove troviamo maggiormente professioni relative all’informatica, ingegneria e sanità. Sebbene sia anche possibile proporre altre occupazioni non presenti nella lista, il sistema dei requisiti fa sì che le occupazioni in lista vengano favorite, perché più richieste nell’area. Il South Australia, ha fatto sapere che riprenderà l’esame delle richieste di visti business che aveva temporaneamente sospeso. Il Queensland invece ha reso noto che non terrà in considerazione le nuove richieste prima della fine di luglio, con data ancora da stabilirsi. Il Victoria lancerà il nuovo sistema di richiesta per la nomination con tutte le relative informazioni il 15 luglio. Il sito per le richieste verrà sospeso dal 10 luglio per impostare il nuovo sistema. Il consiglio – dice Emanuela Canini a SBS Italian – è per chi ha delle bozze salvate nel sistema di inviarle subito, altrimenti non le ritroverà dal 15 luglio e dovrà rifarle.

Parent visa temporaneo 870
Il Temporary Parent visa 870 è finalmente una realtà. Già da aprile erano state aperte le richieste per gli sponsor e dal 1 luglio sono iniziate anche quelle per i genitori. Si tratta di un visto temporaneo che permette a chi ha un figlio residente permanente o cittadino australiano di passare più tempo in Australia, senza essere costretto a chiedere più visti turistici.È diviso in due richieste separate: la prima del figlio in qualità di sponsor, la seconda del genitore, la cui richiesta non potrà essere presentata prima dell’approvazione della sponsorship. Chi ne fa richiesta in Australia deve farlo entro 60 giorni dall’approvazione della sponsorship. Chi invece si trova al di fuori dell’Australia avrà tempo sei mesi. I costi da affrontare sono due. Il primo è quello di sponsorship da parte del figlio che ammonta a 420 dollari, seguito da una tassa sul visto di 5.000 dollari per un visto di tre anni o 10.000 dollari per cinque anni, pagabili in due rate.

1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by
Share This
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress