La rassegna stampa di giovedì 30 luglio 2020

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

La rassegna stampa di Radio ABM, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, dedicata alla lettura dell’edizione di oggi – giovedì 30 luglio 2020 – del quotidiano bellunese il “Corriere delle Alpi”. Le notizie in primo piano: il presidente di Anas presenta a Belluno gli investimenti e i cantieri messi in atto in vista dei Mondiali e delle Olimpiadi; scossa di terremoto a Fastro; nubifragio a Auronzo di Cadore.

Guardala dal nostro canale di YouTube

59. “Parco news. Notizie e curiosità dal Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi”. Il nuovo programma di Radio ABM

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Parco news

Da questa settimana la voce del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi entra negli studi di Radio ABM, la webradio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo. “Parco news. Notizie e cuoriosità dal Parco Nazionale Dolomti Bellunesi” è il nuovo programma che sarà trasmesso, a cadenza settimanale, da giovedì 30 luglio.
Un notiziario in cui i radioascoltatori avranno modo di rimanere aggiornati sulle molteplici attività del Parco, sia dal punto di vista natuale, che turistico.

«Viviamo in un territorio unico e meraviglioso – le parole di Oscar De Bona, presidente Abm – che dobbiamo sempre più promuovere all’estero, anche grazie alle nostre comunità di bellunesi che da sempre hanno a cuore la terra da dove sono partiti».

“Parco news” andrà in onda tutti i giovedì alle 2.50, 10.50, 19.50 e 23.50 (ora locale italiana). Una volta mandata in onda la singola puntata verà caricata in podcast.

Radio ABM si può ascoltare dal seguente link: www.bellunesinelmondo.it/radio-abm o scaricando l’App di Radio ABM dal proprio smartphone/tablet.

La rassegna stampa di mercoledì 29 luglio 2020

La rassegna stampa di Radio ABM, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, dedicata alla lettura dell’edizione di oggi – mercoledì 29 luglio 2020 – del quotidiano bellunese il “Corriere delle Alpi”. Le notizie in primo piano: alberghi, fatturati a picco; ferie all’estero? Per medici e infermieri scattano i tamponi; protesta anti lupo carcassa d’asina abbandonata sulla rotatoria di Farra d’Alpago; Dolomitibus riattiva tutte le corse da settembre.

Guardala dal nostro canale di YouTube


Guardala dalla pagina ufficiale Facebook di Radio ABM

Progetto BeeAware! “Camere di volo” visibili via web

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Presentazione del progetto BeeAware

Taglio del nastro questa mattina al Parco Maraga per la “camera di volo” realizzata dai Comuni di Belluno e di Limana con l’associazione ApiDolomiti, nell’ambito del progetto internazionale “BeeAware! Comuni Alpini per la protezione delle api”.
Le “camere di volo” realizzate per il progetto sono due, posizionate a Belluno, al Parco Maraga, e a Limana, all’esterno della sede di ApiDolomiti a Villa di Limana. Sono delle arnie didattiche, monitorate in tempo reale con sensori che rilevano i principali parametri vitali dell’alveare: temperatura, umidità interna ed esterna, e il peso delle colonie. Inoltre, sono anche dotate di una webcam che permette di seguire in tempo reale l’attività all’interno dell’arnia.
Si potrà così vedere in tutta sicurezza quanto accade nella camera di volo e monitorare i diversi parametri: per farlo, basterà accedere al sito www.paesedelmiele.it. Inoltre, verranno installati dei monitor in Piazza Duomo a Belluno, all’ingresso delle scale mobili, e nella Biblioteca comunale di Limana.

Un momento dell'inaugurazione di BeeAware a Belluno e Limana

Le dichiarazioni

«Questi animali – spiega l’assessore alle Politiche ambientali del Comune di Belluno – vanno conosciuti e protetti, e questa crisi globale va vista come un campanello d’allarme che sta mettendo a nudo molte incongruenze sul modo in cui l’uomo sfrutta le risorse della Terra senza curarsi di nulla e di nessuno. Speriamo possa insegnarci che l’immenso patrimonio che la natura ci offre non va dilapidato, ma conservato, pensando anche al futuro di chi verrà dopo di noi».
«Gli interventi proposti con BeeAware sono particolarmente interessanti ed innovativi del punto di vista comunicativo e pongono la giusta attenzione alla tutela delle api e, più in generale, degli insetti pronubi. – aggiunge l’assessore alle Politiche ambientali del Comune di Limana – Non solo: soluzioni che possano coinvolgere i giovanissimi come l’apiario didattico secondo noi vanno nella direzione corretta, così come le soluzioni di bio-monitoraggio degli alveari studiate da ApiDolomiti e la trasmissione in tempo reale dei dati ai monitor per il pubblico, espedienti accattivanti che stimoleranno la curiosità anche di chi non è addetto ai lavori. Ringraziamo il Comune di Belluno, promotore dell’iniziativa, per il coinvolgimento, e ApiDolomiti per la gestione tecnica del progetto; Limana, in qualità di Paese del Miele, si trova in perfetta sintonia con gli obiettivi del progetto che speriamo possa avere ulteriori sviluppi anche nei prossimi anni».
Sulla stessa lunghezza d’onda anche ApiDolomiti: «Il progetto Bee Aware Belluno ci ha consentito di realizzare una finestra virtuale per consentire a tutti, grandi e piccoli, di immergersi della vita dell’alveare da considerare come un tutt’uno, un superorganismo, dove ogni individuo d’ape ha un ruolo programmato e nessuno può vivere da solo. – sottolinea il presidente, Roberto Piol – Grazie all’iniziativa del CIPRA e l’impegno e l’attenzione dedicati dai Comuni di Belluno e di Limana, tutti potranno avvicinarsi all’affascinante mondo delle api e seguirle nel tempo. Il progetto è stato interamente realizzato a Belluno grazie all’impegno di diversi apicoltori (Luca Serafini, Massimiliano Dell’Olivo, Siro Bona, Andrea De Bona) ed artigiani locali. Come Apidolomiti ci impegnamo fin da subito a garantire il nostro impegno per la prosecuzione del progetto, convinti che possa rappresentare un veicolo di conoscenza per l’apicoltura e per promuovere i valori naturalistici ed ambientali che il nostro territorio sa esprimere anche a favore del turismo».

Il progetto

BeeAware a Belluno-Limana

BeeAware! coinvolge attivamente molti comuni alpini nella protezione delle api, con lo scopo di migliorare le basi vitali delle api mellifere e selvatiche. È un progetto di CIPRA International – Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi in cooperazione con la Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” e l’associazione “Città Alpina dell’anno”. Il progetto è finanziato da una Fondazione di protezione animale e dal Ministero federale dell’ambiente, della tutela della natura e della sicurezza nucleare della Germania (BMU).
Il Comune di Belluno, capofila del progetto, ha stretto un accordo con il Comune di Limana, già conosciuto come “Paese del Miele”, e con la cooperativa Apidolomiti, la quale ha messo a disposizione i propri soci qualificati in qualità di esperti nella gestione delle api, organizzando anche incontri di divulgazione.
La decima edizione della manifestazione “Paese del Miele” di Limana, organizzata dal Comune di Limana con ApiDolomiti e la locale Pro Loco, ha già consentito di promuovere l’avvio del progetto e di sensibilizzare la popolazione al ruolo delle api nella conservazione delle natura.
Il costo dell’intera iniziativa è stato finanziato da CIPRA con poco più di 7mila euro e confinanziato dal Comune di Belluno per 3mila euro.

La rassegna stampa di martedì 28 luglio 2020

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

La rassegna stampa di Radio ABM, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, dedicata alla lettura delle edizioni di oggi – martedì 28 2020 – dei quotidiani bellunesi il “Corriere delle Alpi” e “Il Gazzettino”. Le notizie in primo piano riguardano l’abbattimento del lupo, i disagi degli automobilisti lungo la 51 Alemagna, le riprese del set “Un passo dal cielo” a San Vito di Cadore, la situazione del commercio bellunese in vista dei saldi estivi, il Palio di Feltre.

Guardala dal nostro canale di YouTube


Guardala dalla pagina ufficiale Facebook di Radio ABM

Nuova piastra ferroviaria alla stazione di Mestre in vista delle Olimpiadi 2026

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Un rendering della nuova piastra ferroviaria di Mestre
Un rendering della nuova piastra ferroviaria di Mestre

Il piano di riqualificazione della stazione di Mestre piace anche a Belluno. Confartigianato infatti guarda in prospettiva olimpica e plaude al progetto che prevede un boulevard coperto a collegare lo scalo ferroviario a Marghera. Perché il piano da 50 milioni di euro non sarà funzionale solo a Venezia, ma anche al Bellunese, in vista di un potenziamento dei collegamenti via treno per le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026.

«Si tratta di un esempio concreto di superamento dei confini geografici territoriali per arrivare al raggiungimento di obiettivi comuni – commenta la presidente di Confartigianato Belluno, Claudia Scarzanella -. Un esempio che arriva a conclusione dell’appuntamento degli Stati Generali della Montagna, dove è stata sottolineata la necessità di non ragionare per numeri in termini di popolazione, bensì in una visione sistemica nella quale ogni singola tessera del puzzle ha un senso e un ruolo fondamentale nella costruzione del futuro del nostro Paese. In questo senso, l’investimento sulla stazione di Mestre diventa oggi motivo di soddisfazione per tutti perché il lavoro sinergico che le Olimpiadi ci impongono può essere un esercizio da applicare a 360 gradi, non solo per il grande evento, ma sempre».

Claudia Scarzanella

L’associazione artigiani non guarda solo alle due settimane di gare olimpiche. Ma va ben oltre: punta soprattutto al collegamento del Bellunese con la pianura. E quale collegamento migliore di Venezia, dove tra aeroporto Marco Polo e stazione ferroviaria si muovono poco meno di 30 milioni di passeggeri l’anno? «La riqualificazione della stazione di Mestre diventa occasione per una crescita trasversale – conclude la presidente Scarzanella -. Consentirà una futura agevolazione e un potenziamento della mobilità da e per la nostra provincia».

Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress