Coronavirus. Nuovo focus della Farnesina sugli spostamenti da e per l’Italia

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Spostamenti da e per l’Italia e misure anti-Covid. Il Ministero degli Esteri ha aggiornato ieri (22 settembre) il focus dedicato ai cittadini italiani in rientro dall’estero e ai cittadini stranieri in Italia.

Nell’approfondimento la Farnesina illustra le attuali misure in vigore sul territorio nazionale e le più recenti disposizioni che regolano gli spostamenti oltre i confini. 

Tutti i dettagli sono disponibili sul sito: www.esteri.it.

Madrid. Ambasciata d’Italia chiusa fino al 29 settembre per precauzione anti-Covid

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Per motivi precauzionali legati all’emergenza Covid-19, gli uffici della Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Madrid rimarranno temporaneamente chiusi fino al 29 settembre (incluso). 

«Gli utenti già in possesso di un appuntamento – spiega la stessa Ambasciata – saranno contatti direttamente per la riprogrammazione nel più breve tempo possibile. Durante la chiusura degli uffici, il personale continuerà a lavorare da postazioni remote e risponderà regolarmente ai messaggi di posta elettronica». 

Per le emergenze sono attivi i numeri di cellulare +34.608664867 (dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 17.00) e +34.629842287 (dal lunedì al giovedì dalle 18.00 alle 22.00, il venerdì dalle 16.00 alle 22.00; il sabato, la domenica e i festivi dalle 9.00 alle 22.00).

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: ambmadrid.esteri.it.

Referendum costituzionale. All’estero vittoria del Sì più netta che in Italia

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Il voto degli italiani all’estero sul referendum costituzionale segna una netta vittoria del Sì. La conferma alla riforma che riduce il numero dei parlamentari da 945 a 600 ha ottenuto tra gli iscritti all’Aire percentuali più elevate che in Italia: 744.557 le espressioni favorevoli al taglio, 207.089 quelle contrarie. Tradotto: 78,24 contro 21,76 per cento. 

Bassa, in generale, l’affluenza: solo il 23 per cento degli aventi diritto ha partecipato al referendum. Significa che su 4 milioni e 537 mila elettori, poco più di 1 milione e 57 mila ha effettivamente votato. Circa 98 mila le schede nulle. 

Nella ripartizione Europa il Sì ha ottenuto l’80,07 per cento; in quella dell’America Meridionale il 74,19; 81,07 per cento di favorevoli in America Settentrionale e Centrale; al 79,46 per cento, infine, le preferenze del Sì nella circoscrizione Africa, Asia, Oceania e Antartide.

I dati completi, Paese per Paese, sono disponibili sul portale Eligendo del Ministero dell’Interno: elezioni.interno.gov.it.

Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi arriva dalla Francia

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Obbligo di test molecolare o antigenico ai soggetti che entrano in Italia da Parigi e da altre aree della Francia con significativa circolazione del Covid-19. Lo ha stabilito il Ministero della Salute con una nuova ordinanza. 

«I dati europei – sottolinea il ministro, Roberto Speranza – non possono essere sottovalutati. L’Italia oggi sta meglio di altri Paesi, ma serve ancora grande prudenza per non vanificare i sacrifici fatti finora».

Le regioni della Francia coinvolte nell’ordinanza sono: Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Île-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa azzurra.

Per maggiori informazioni: www.salute.gov.it.

Voto all’estero. La Farnesina: «Operazioni svolte in un contesto difficile, grazie a tutto il personale»

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

«Con l’arrivo di un volo speciale dell’Aeronautica militare dal Sud America si sono concluse le operazioni di rientro delle schede votate dagli elettori italiani all’estero per il referendum costituzionale». Lo rende noto sul proprio sito la Farnesina. 

«Nei giorni scorsi – spiega ancora il Ministero degli Esteri – le schede elettorali sono state inviate per posta a circa 4,6 milioni di italiani, residenti in ben 196 Paesi di tutti i continenti. Dopo essere stati restituiti dagli elettori ad Ambasciate e Consolati, i plichi sono giunti a Roma da ogni parte del mondo per essere affidati alla Corte d’Appello della Capitale, che provvede allo scrutinio».

L’ultimo volo ha consentito di raccogliere i voti dei connazionali residenti in Brasile, Argentina, Venezuela e Paraguay, Paesi in cui risiedono circa 1,3 milioni di aventi diritto. 

Presente all’aeroporto di Fiumicino per la conclusione delle procedure di rientro, il Direttore Generale per gli Italiani all’estero della Farnesina, Luigi Maria Vignali: «Le operazioni per il referendum all’estero – ha sottolineato Vignali – si sono svolte in un contesto mondiale reso particolarmente difficile dalla pandemia. Per questo rivolgo un ringraziamento sentito a tutto il personale della Farnesina, che nelle nostre rappresentanze nel mondo ha svolto con enorme impegno un lavoro davvero delicato, in condizioni difficilissime». 

Londra. Dal 23 settembre riapre la prenotazione appuntamenti all’Ufficio Passaporti

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Il Consolato Generale d’Italia a Londra comunica che a partire dal 23 settembre saranno riaperti i due sistemi di prenotazione per il rilascio o il rinnovo dei passaporti. 

Si tratta del Call Centre, attivo dalle 8.15 alle 12.30, e del Prenotaonline. 

«Al fine di permettere al maggior numero di connazionali di ottenere un appuntamento – spiega il Consolato – dal 23 settembre l’Ufficio Passaporti verificherà prima della convocazione la presenza di tutti i requisiti per la concessione del passaporto “a vista”. In caso di mancato possesso di tali requisiti, sarà comunicato all’interessato quali sono i documenti mancanti che rendono impossibile emettere il passaporto. L’appuntamento verrà cancellato senza possibilità di integrazioni documentali». 

«Il servizio – ricorda ancora la sede diplomatica – è riservato solo ed esclusivamente ai cittadini italiani iscritti all’Aire presso la circoscrizione del Consolato Generale d’Italia a Londra. Per i connazionali nati all’estero, il rilascio del passaporto è subordinato alla trascrizione dell’atto di nascita da parte del Comune italiano di iscrizione. Per i cittadini italiani genitori di minori, è necessario acquisire prima dell’appuntamento l’assenso dell’altro genitore, a prescindere dallo stato relazionale esistente». 

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito: conslondra.esteri.it.

Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress