La rassegna stampa di mercoledì 14 aprile 2021

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

La rassegna stampa di Radio ABM, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, dedicata alla lettura delle edizioni di oggi – mercoledì 14 aprile 2021 – dei quotidiani bellunesi il “Corriere delle Alpi” e “Il Gazzettino”. Le notizie in primo piano: “Coronavirus. La situazione nel Bellunese”; “Campagna vaccinale verso il completamento degli over 80”; “Gara per la distribuzione del gas in provincia di Belluno: tre indagati per turbativa d’asta”; “Gara del gas. «Difesi gli interessi dei cittadini»: Perenzin respinge le accuse”; “Incidente sul lavoro a Sedico: operaio colpito da una scarica di sassi”; “Calcio, serie D. Oggi in campo le tre bellunesi”; “Calcio a 5, serie B. Per la Canottieri un pari che serve a poco”; “Auronzo Town europea dello sport 2021”.

Guardala dal nostro canale YouTube


Guardala dalla pagina Facebook di Radio ABM

La rassegna stampa di martedì 13 aprile 2021

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

La rassegna stampa di Radio ABM, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, dedicata alla lettura delle edizioni di oggi – martedì 13 aprile 2021 – dei quotidiani bellunesi il “Corriere delle Alpi” e “Il Gazzettino”. Le notizie in primo piano: “Coronavirus. La situazione nel Bellunese”; “Campagna vaccinale. Disponibili 300 dosi per ultraottantenni”; “Centro tamponi di Feltre da ieri operativo ad Anzù”; “Belluno. Positivo al Covid, gira per i bar: denunciato”; “Raggiro da mezzo milione di euro a un’anziana: denunciata una coppia di trevigiani”; “Crisi Acc: ieri primo giorno del presidio permanente davanti alla Prefettura”; “Seren del Grappa. Auto in fiamme”; “Calcio, serie D. Domani in campo le tre bellunesi”; “Calcio a 5, serie B. Questa sera Maccan Prata-Canottieri”.

Guardala dal nostro canale YouTube


Guardala dalla pagina Facebook di Radio ABM

Valle di Cadore. Il parroco, don Giuseppe Bortolas, non si presenta alla messa: trovato in casa in gravi condizioni è morto oggi all’ospedale San Martino

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

don Giuseppe Bortolas

Nella mattinata di oggi, venerdì 9 aprile, è venuto a mancare don Giuseppe Bortolas, parroco di Valle di Cadore. Era stato ritrovato incosciente dal vescovo della Diocesi di Belluno-Feltre, mons. Renato Marangoni, nella serata di mercoledì scorso. Ricoverato prima all’ospedale di Pieve di Cadore e poi a quello di Belluno, le sue condizioni si sono subito presentate gravi.

Era nato a Cesiomaggiore il giorno 11 settembre 1953, figlio di Bruno e Susanna Paniz. Dopo gli anni di formazione nei seminari diocesani, era stato ordinato prete nella chiesa della sua parrocchia il 28 giugno 1980.

Visse la sua prima esperienza di ministero come vicario parrocchiale nella parrocchia di Pedavena, dal 1980 al 1985; poi a Cesiomaggiore dal 1985 al 1986. Fu parroco di Pez dal 1986 al 1989, periodo nel quale fu anche consulente ecclesiastico del Centro Sportivo Italiano di Feltre (1987-1989). Dal 1989 al 1993 collaborò nella parrocchia di Boscariz a Feltre e nella parrocchia di Zermen. Dal 1993 al 1998 fu parroco a Zorzoi; dal 1998 al 2006 a Facen e dal 1999 al 2006 anche a Norcen, in comune di Pedavena. Nel 2006 divenne parroco “in solido” insieme a don Francesco Cassol nelle parrocchie di Longarone, Igne e Ospitale. Dal 2011 al 2014 fu parroco di Cencenighe e San Tomaso. Fu poi cooperatore ad Auronzo e Costalta (2014-2017). Per due anni operò nella parrocchia di Visome (2017-2019). Dall’ottobre 2019 era parroco di Cibiana, Venas e Valle di Cadore.

Uomo molto pratico, solo apparentemente burbero, per il suo carattere buono e generoso ha saputo farsi ben volere e apprezzare ovunque è stato. Lascia un vuoto nel presbiterio e nelle sue parrocchie, a cui la diocesi si stringe in un abbraccio di solidarietà. Giunga anche alle sorelle il cordoglio di tutta la comunità.

I funerali saranno celebrati nella chiesa parrocchiale di Venas di Cadore, lunedì 12 aprile alle ore 15.00, preceduti dalla recita del rosario alle ore 14.30. La salma verrà poi trasferita nel cimitero di Pez (Cesiomaggiore) dove sarà tumultata dopo un breve momento di preghiera.

La rassegna stampa di venerdì 9 aprile 2021

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

La rassegna stampa di Radio ABM, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, dedicata alla lettura delle edizioni di oggi – venerdì 9 aprile 2021 – dei quotidiani bellunesi il “Corriere delle Alpi” e “Il Gazzettino”. Le notizie in primo piano: “Caduta fatale con gli sci. Lutto nel soccorso alpino”; “Colpito da emorragia cerebrale. Il parroco di Valle è gravissimo”; “Il rifugio Antelao va a un duo cadorino-nepalese”; “Bruciano 1000 metri di bosco. Si sospetta incendio doloso”; “Pallavolo. Candeline e debutto in A per il sedicenne Bristot”.

Guardala dal nostro canale YouTube


Guardala dalla pagina Facebook di Radio ABM

Dopo il mancato rientro di ieri sera, trovato senza vita Ferruccio Svaluto Moreolo

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Ferruccio

Alle prime luci di questa mattina è stato rinvenuto il corpo senza di vita di Ferruccio Svaluto Moreolo. Ieri sera verso le 20.30 la Stazione del Soccorso alpino del Centro Cadore, la sua Stazione, era stata allertata per il mancato rientro da una scialpinistica sugli Spalti di Toro. Subito dal campo base al Rifugio Cercenà erano partite le diverse squadre con sci e pelli di foca, cui si erano uniti nel corso delle ore il Soccorso alpino di Pieve di Cadore e della Guardia di finanza di Auronzo e Cortina, con unità cinofile, anche molecolari, mentre dal versante udinese si muovevano il Soccorso alpino di Forni di Sopra e del Sagf di Tolmezzo. Le ricerche sono proseguite senza esito nella notte. In tutta l’area non c’è quasi mai copertura telefonica. Alle 6 è decollato l’elicottero dell’Air Service Center, convenzionato con il Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi, per effettuare un sorvolo e trasportare in quota le diverse squadre. Purtroppo poco dopo dai soccorritori a bordo è stato individuato il corpo all’imbocco di Forcella Segnata, dove era caduto. Recuperato dall’eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore, è stato trasportato a valle, per poi essere accompagato nella cella mortuaria.Ferruccio, guida alpina, presidente del Gruppo rocciatori Ragni di Pieve di Cadore, fa parte della famiglia del Soccorso alpino dal 1989, è stato tecnico di elisoccorso per 25 anni e tecnico di centrale operativa fino all’anno scorso.Ci stringiamo al dolore dei suoi familiari e della figlia Irene e ci uniamo alle loro lacrime. 

Forcella Antelao. Condizioni gravi per uno scialpinista caduto per una decina di metri

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Il momento del soccorso

Attorno alle 13.40 l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è decollato in direzione della Val d’Oten, per uno scialpinista scivolato sulla neve dura e caduto per alcune decine di metri, mentre con altri due sciatori stava scendeno da Forcella Antelao. Risalito alle coordinate del luogo dell’incidente, dopo l’allarme lanciato da uno dei compagni sceso in cerca di copertura telefonica, l’equipaggio ha individuato l’infortunato e l’amico restato con lui a 1.950 metri di quota. Calati con un verricello di una trentina di metri, medico, infermiere e tecnico di elisoccorso hanno prestato le prime cure all’uomo, A.F., 39 anni, di Mestre (VE), per il grave politrauma riportato. Una volta imbarellato, lo sciatore è stato recuperato e trasportato all’ospedale di Treviso.

Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Design by DiviMania | Made with ♥ in WordPress