Centro Paludi: la proprietà dello stabile apre a nuove opportunità

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Centro Paludi - Ponte nelle Alpi

Torna ad accendersi l’interesse sul Centro Paludi: Intesa San Paolo, proprietaria dello stabile, apre infatti a nuove opportunità. 

In questo senso, l’amministrazione di Ponte nelle Alpi preme sui vertici dell’azienda bancaria, affinché si possano trovare soluzioni concrete per riqualificare l’edificio in zona Lizzona-La Secca, e in stato di degrado, ai confini con il territorio comunale di Alpago: «Da tempo – ha affermato Fulvio De Pasqual, capogruppo di maggioranza – stiamo insistendo con Intesa San Paolo per trovare delle soluzioni finalmente concrete dal punto di vista edilizio e urbanistico alla struttura. Il Comune è pronto a recepire le eventuali istanze perché l’area ha diverse possibilità: sia artigianali, sia logistiche, oltre che per il terzo settore e le imprese». 

I vertici di Intesa San Paolo, con i quali c’è stato un incontro costruttivo nei giorni scorsi in municipio, hanno espresso nuovo interesse per l’area. Tanto è vero che avvieranno dei possibili contatti con aziende e attività che hanno manifestato o manifesteranno proposte per la riqualificazione della struttura. 

L’informativa sulla collaborazione tra Intesa San Paolo e amministrazione è stata resa nota nell’ultima seduta del consiglio comunale: «Non vorremo più chiamare l’area Centro Paludi, ma Porta delle Dolomiti – ha detto il sindaco Paolo Vendramini -. La zona è strategica per la provincia, essendo vicina all’autostrada e alla ferrovia». 

Sarebbe un’opportunità anche per le Olimpiadi Cortina-Milano 2026: «Grazie ad accordi di stampo pubblico-privato – conclude Vendramini – siamo riusciti a sistemare l’area ex Comedil ed ex Vascellari in viale Cadore. Penso che, allo stesso modo, Intesa San Paolo possa cogliere questa possibilità e dare dignità a un’area che va valorizzata». 

Montagnaterapia: escursione di gruppo delle Psichiatrie di Feltre, Belluno e Oderzo

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Sta prendendo piede la montagnaterapia in Ulss Dolomiti. nella giornata di ieri, giovedì 29 settembre, all’escursione nelle malghe della Valmorel, insieme alle Psichiatrie di Feltre e Belluno, ha partecipato anche il gruppo della Psichiatria di Oderzo. Nonostante il tempo poco clemente, la giornata è stata accolta con calore dai partecipanti.

«Camminare in montagna consente di ascoltare il proprio corpo, di sentirsi immersi in una natura accogliente, ma anche di scoprire con umiltà e a piccoli passi che certi limiti si possono superare mentre altri devono essere rispettati. Per alcuni le barriere sono fisiche per altri sono barriere interiori come la paura di non farcela, la solitudine, l’incomunicabilità, il disagio psichico, ma quando a fatica si raggiunge la vetta si ha la possibilità di guardare il mondo da un’altra prospettiva. Esiste un sentiero in salita che tutti dovremmo percorrere, non privo di ostacoli, capace però di sfidare i pregiudizi in nome di un modo diverso di considerare la persona.»

Durante il tragitto, passo dopo passo, camminando insieme, il gruppo ha iniziato questa nuova esperienza, ammirando il panorama, scoprendo specie vegetali, osservando gli animali e sostando alle malghe lungo il percorso.

Attivato ad Auronzo un ambulatorio per stomizzati

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

L’ospedale di Auronzo ha attivato un nuovo servizio: l’ambulatorio per stomizzati, rivolto alle persone portatrici di stomia intestinale o urinaria.

L’ambulatorio è gestito da infermieri specializzati che hanno l’obiettivo di assicurare ai pazienti un’assistenza a tutto tondo. Le persone con stomia, infatti, possono sviluppare nel tempo importanti lesioni cutanee in corso di trattamenti oncologici e non solo, che necessitano di assistenza infermieristica avanzata a livello ambulatoriale.

La stomia è la derivazione esterna con apertura sull’addome dell’intestino per traumi, perforazioni dei visceri o tumori del colon retto oppure dell’apparato urinario nel caso di asportazione della vescica per medesimi motivi.

Attualmente sono oltre 250 i pazienti con stomia seguiti  in Ulss Dolomiti: oltre agli ambulatori di Belluno, Agordo, Pieve di Cadore e Feltre, da oggi si aggiunge anche l’ambulatorio di Auronzo.

Il nuovo ambulatorio è attivo al secondo piano dell’ospedale, una volta al mese. In caso di necessità data dai bisogni del paziente e problematiche di gestione, sarà attivata la consulenza infermieristica extra ambulatorio mensile per garantire un’elevata qualità di vita alla persona con stomia.

Con l’attivazione di questo nuovo servizio infermieristico anche in Auronzo, ora tutti gli ospedali dell’Ulss Dolomiti sono dotati di ambulatorio per le persone con stomia.

Qualora vi fosse la necessità, gli ambulatori sono a disposizione anche per i turisti con stomia che arrivano in vacanza nel nostro territorio.

«Attraverso la valorizzazione di competenze infermieristiche, è possibile attivare nuovi servizi, vicini ai cittadini, che aiutano a gestire meglio la quotidianità delle patologie coniche, consentendo un miglioramento tangibile della qualità di vita dei pazienti e un alleggerimento per i loro familiari, che in questo modo possono risparmiare tempo e spostamenti» commenta il Direttore Generale Maria Grazia Carraro.

Radio ABM. A “Dentro la notizia” si parla dell’edizione 2022 di “Oltre le vette”

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Valentina Ciprian e Valeria Benni di Oltre le Vette a radio ABM
Valentina Ciprian e Valeria Benni di Oltre le Vette a radio ABM

Oggi a Dentro la Notizia parleremo di Oltre Le Vette, quest’anno in programma dal 7 al 16 ottobre. Tema del 2022? La montagna: limiti e libertà.

Previsti oltre quaranta appuntamenti a Belluno, ma non solo. Novità di questa edizione, infatti, è il coinvolgimento di altri sei comuni.

Per entrare nei dettagli della rassegna, Manuela Gaio intervisterà Valeria Benni e Valentina Ciprian.

Non perdetevi la puntata, in onda alle 00.15 / 06.10 / 13.15 / 21.15 (ora italiana). www.bellunesinelmondo.it/radio-abm

Edicola Belùn di venerdì 30 settembre 2022

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

La rassegna stampa di Radio ABM dedicata alla lettura delle edizioni di oggi, venerdì 30 settembre 2022, dei quotidiani bellunesi il Corriere delle Alpi e Il Gazzettino. Le notizie in primo piano: Covid 19 – Covid, via le mascherine ma il trend è in aumento con 930 casi alla settimana | Caro bollette – Belluno sempre più buia. Lampioni spenti 4 ore | Sedico – Non ci sono colpevoli per la morte di Davide Bristot | Ospitale di Cadore – Manca l’autista: scuolabus fermo e 15 ragazzini lasciati a piedi | Cesiomaggiore – La chiave di violino in piazza a Soranzen onora i musicisti | Belluno – Incidenti nel Castionese. Furgone si rovescia e auto contro un muro | Feltre – Strada da sistemare e briglie. Tomo si mette in sicurezza | Pedavena – Capra uccisa dal lupo: dopo oltre tre mesi non c’è il risarcimento | Fonzaso . Via i tralicci elettrici nel tratto da Pedesalto fino a Frassenè | Cortina – Aggiudicata la progettazione del Centro Curling allo stadio | Skiroll – Gp Sportful, show da campioni | www.bellunesinelmondo.it/radio-abm | BUONA GIORNATA DA RADIO ABM – VOCE DELLE DOLOMITI.

Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Design by DiviMania | Made with ♥ in WordPress