La rassegna stampa di venerdì 18 settembre 2020

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

La rassegna stampa di Radio ABM, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, dedicata alla lettura delle edizioni di oggi – venerdì 18 settembre 2020 – dei quotidiani bellunesi il “Corriere delle Alpi” e “Il Gazzettino”.
Le notizie in primo piano: “Alemagna senza tir”; “Mi ha accoltellato, ma lo perdono”; “Addio a Nino, papà di 8 hockeisti”; “Accordo all’ACC, nuove assunzioni”.

Guardala dal nostro canale YouTube


Guardala dalla pagina ufficiale Facebook di Radio ABM

Confindustria Belluno Dolomiti lancia il “Progetto per il Sociale”

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Sociale a Belluno

Impresa e disabilità, responsabilità sociale e territorio, inclusione e occupazione. Il Covid-19 non ferma, anzi accelera, il Progetto per il Sociale di Confindustria Belluno Dolomiti, che si prepara ad un autunno ricco di iniziative di informazione e sensibilizzazione: una vera e propria task-force perché nessuno resti indietro.

“Si tratta di un percorso di crescita culturale sul fronte della responsabilità sociale d’impresa, concetto che le nostre aziende già praticano quotidianamente ma che vogliamo ulteriormente incentivare”, spiega Lorraine Berton, presidente dell’Associazione degli industriali bellunesi. “Un’azienda inclusiva, capace di accogliere le diversità, agevolare la famiglia e le fasce più svantaggiate, è più competitiva, crea valore economico e sociale, fa la differenza nelle comunità”.

“Più in generale”, continua Berton, “la responsabilità sociale d’impresa è uno degli strumenti principali per evitare lo spopolamento e trattenere energie sul territorio. Belluno deve diventare un avamposto in questo genere di politiche”.

Non a caso, il progetto nasce dalla delega al Sociale istituita per la prima volta da Confindustria Belluno Dolomiti con la finalità di sensibilizzare sui temi dell’inclusione lavorativa e delle palestre occupazionali.
Il primo appuntamento, all’interno del progetto “Famiglia Fa Meglio” sostenuto dalla Fondazione Cariverona, è il seminario “Verso una società inclusiva – il ruolo dell’impresa” in programma il 24 settembre alle ore 16.00 sia in presenza, a palazzo Doglioni Dal Mas, che on line.

Dopo i saluti introduttivi della stessa Berton e di Flavio Mares, delegato al Sociale Confindustria Belluno Dolomiti, si parlerà del ruolo del “disability manager” nelle imprese con Haiko Pittoni, direttore commerciale Jobmetoo, mentre Roberto Piccinelli, HR Director di Epta Group, porterà alcuni esempi concreti maturati all’interno dell’azienda.
Dei servizi per l’inclusione lavorativa tratteranno Gian Antonio Dei Tos, direttore dei Servizi socio sanitari dell’Ulss 1 Dolomiti e Gabriella Faoro, dirigente Veneto Lavoro per gli ambiti di Belluno, Treviso e Venezia.

E’ il primo appuntamento di una lunga serie di iniziative”, spiega Mares. “La diversità è un valore anche in fabbrica e nei contesti di lavoro: è la base del confronto, dell’interazione e della crescita”.
“Il Covid-19 ha accelerato determinati processi, dicendoci quanto è importante un’azienda a misura di famiglia che sappia dare risposta ai bisogni sociali emergenti”, prosegue Mares. “Questo significa che non possiamo lasciare nessuno indietro e che anche le persone più fragili vanno sostenute con azioni concrete e coinvolte nel tessuto vivo di un’impresa”.

Per informazioni sul primo seminario contattare Vania Lira (telefono: 0437951224 – 348.874094 o email: vlira@confindustria.bl.it).

Gli Atenei veneziani per Climbing for Climate: sabato 19 settembre incontri ed escursioni a Feltre

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Climbing for climate a Feltre. Ca' Foscar

Sarà Feltre con il suo territorio lo scenario che sabato 19 settembre ospiterà gli eventi organizzati dagli atenei veneziani Ca’ Foscari e Iuav all’interno della seconda edizione di Climbing for Climate, l’iniziativa promossa dalla Rete delle Università per la Sostenibilità (RUS), in collaborazione con il Club Alpino Italiano (CAI) e con il patrocinio del Ministero per l’Ambiente, l’Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), il Comitato Glaciologico Italiano (CGI), SDSN Italia.

Obiettivo dell’iniziativa, che quest’anno coinvolge 28 atenei italiani, è sensibilizzare l’opinione pubblica locale e nazionale sui temi dell’Agenda 2030 attraverso la conoscenza dei territori alla luce degli obiettivi ONU: in primo piano il turismo sostenibile, l’inclusione sociale ed economica delle aree periferiche, il supporto alle comunità sostenibili, la lotta al cambiamento climatico.

La scelta del territorio feltrino da parte delle università veneziane è particolarmente significativa e porta l’attenzione sulle zone pre-alpine che vivono situazioni difficili per quanto concerne mobilità, sviluppo di attività economiche che contrastino l’abbandono di borghi e paesi. In tale contesto, infatti, il feltrino, come tutta la val Belluna, è esemplificativo della situazione attuale, oltre a essere una delle zone più colpite dalla tempesta Vaia nel 2018.

In programma per la giornata di sabato 19 settembre incontri che rievocheranno il trauma della tempesta Vaia e le sue conseguenze, un’escursione guidata dallo storico e scrittore Matteo Melchiorre “lungo la via del pustern”, che toccherà piccoli borghi attorno a Feltre, il Filò climatico “Perché dobbiamo essere fortemente preoccupati”, oltre a momenti pubblici di dialogo e confronto che coinvolgeranno CAI, amministrazione comunale, i rappresentanti locali di Friday for future, esperti e docenti universitari.

Nel corso della giornata sarà sottoscritto l’Appello per la protezione e valorizzazione del patrimonio territoriale da parte dei rettori e delegati degli Atenei veneziani, che si renderanno disponibili a collaborare con le istituzioni pubbliche e private per attuare tutti gli interventi utili a favorire la conservazione delle risorse naturali e la qualità dell’ambiente, ridurre l’impronta ecologica in tutti i settori-chiave, proteggere e rigenerare l’ecosistema e i suoi servizi, promuovere investimenti per valorizzare il patrimonio locale.

“Tutta l’area pre-alpina costituisce un paesaggio che, oltre a godere di una valenza propria, funge anche da importante cerniera tra ambiente di pianura e ambiente propriamente montano, sia in termini ecologici che antropici. Per mantenere la funzionalità complessiva del paesaggio è quindi necessario conservare la connettività e facendo sì che ciascun elemento possa continuare a svolgere la meglio la propria funzione non solo ambientale ma anche socio economica”, evidenzia il prof. Fabio Pranovi Delegato alla Sostenibilità dell’Università Ca’ Foscari.

“Andiamo su quella montagna intermedia, quasi compressa tra la ricchezza della pianura e delle più note località turistiche alpine, che fatica a sviluppare una rete di mobilità e di attività economiche sostenibili, anche nei settori turistico e agricolo, in grado di valorizzare correttamente il paesaggio e contrastare l’abbandono di borghi e paesi” sottolinea il prof. Stefano Munarin dell’Università Iuav di Venezia.

“Fra le varie azioni promosse da Iuav per la cura dell’ambiente che ci circonda abbiamo voluto sostenere anche le zone colpite dalla tempesta Vaia, con il progetto Foresta Iuav per la ricostruzione delle foreste distruttenella Val di Zoldo, nell’Altopiano dei sette comuni, nella valle ladina di Livinallongo e con il rimboschimento delle ciclovie fra Treviso e Vicenza – ricorda la prof. Laura Fregolent, coordinatrice del gruppo di lavoro RUS-Iuav per la sostenibilità –.

L’impegno a favore della sostenibilità fa parte da sempre della storia del nostro Ateneo e oggi si applica a tutte le discipline progettuali, creative e del Made in Italy a cui dedichiamo ricerca, formazione, conoscenza”.

Il Soccorso Alpino interviene per tre chiamate a seguito di un temporale nelle Dolomiti bellunesi

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Tofana di Rozes

Attorno alle 16.40 di mercoledì 16 settembre, a seguito del temporale scoppiato in montagna la Centrale del Suem ha ricevuto tre chiamate di aiuto. Una coppia di escursionisti tedeschi, impaurita e infreddoliti, è stata recuperata all’uscita della Ferrata Lipella sulla Tofana di Rozes dell’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites di Bolzano e poi trasportata al Rifugio Dibona. Tre scalatori, sulla Via del Topo alla Torre Jolanda nel Gruppo della Moiazza, che avevano detto di trovarsi in difficoltà, sono rousciti a rientrare autonomamente. Un soccorritore di Agordo li ha in ogni caso seguiti con il binocolo per sincerarsi fosse tutto a posto. Anche un escursionista che si trovava a Casera Mondeval ed era preoccupato per i fulmini, appena si è rasserenato il tempo, è tornato a valle da solo.

La rassegna stampa di giovedì 17 settembre 2020

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

La rassegna stampa di Radio ABM, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, dedicata alla lettura delle edizioni di oggi – giovedì 17 settembre 2020 – dei quotidiani bellunesi il “Corriere delle Alpi” e “Il Gazzettino”.
Le notizie in primo piano: “Coronavirus. Torna dalle ferie bambino di 8 anni positivo”; “Violenza sessuale a un’anziana della casa di riposo di Agordo”; “Luxottica-Facebook, accordo storico”; “Muore investito l’ex sindaco di Danta di Cadore”.

Guardala dal nostro canale di YouTube


Guardala dalla pagina ufficiale Facebook di Radio ABM

La rassegna stampa di mercoledì 16 settembre 2020

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

La rassegna stampa di Radio ABM, la web radio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, dedicata alla lettura delle edizioni di oggi – mercoledì 16 settembre 2020 – dei quotidiani bellunesi il “Corriere delle Alpi” e “Il Gazzettino”.
Le notizie in primo piano: “ACC, iniezione da 40 milioni di euro”; “Scuola, è il giorno della nomina di 500 supplenti”; “Pordoi, nuova guerra per il confine”; “Il Ministro all’Ambiente Sergio Costa in visita a Belluno”.

Guardala dal nostro canale di YouTube


Guardala dalla pagina ufficiale Facebook di Radio ABM

Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress