In tutto il mondo, dal 15 al 21 ottobre, si celebra in tutto il mondo la XVIII edizione della Settimana della Lingua Italiana nel mondo, il cui tema quest’anno è: “L’italiano e la rete, le reti per l’italiano”. Organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale insieme all’Accademia della Crusca, alla Società Dante Alighieri e con il sostegno della Confederazione elvetica, la Settimana è divenuta nel corso degli anni l’appuntamento più importante dedicato alla promozione della lingua italiana all’estero, con centinaia di iniziative sparse in tutto il mondo. L’anno scorso la Settimana ha visto svolgersi oltre 1.300 eventi in più di 80 paesi. Ogni edizione è dedicata a un argomento diverso, che serve da filo rosso per un vasto programma di conferenze, mostre ed incontri con i protagonisti della cultura italiana organizzati dalla rete diplomatico-consolare e dagli Istituti Italiani di Cultura.

Il tema scelto è duplice. Da un lato si analizza la rete, ossia il ruolo di internet e dei social media nelle trasformazioni fisiologiche che la nostra lingua sperimenta e come strumento per una sua ulteriore diffusione. Dall’altro si passano in rassegna e si valorizzano le “reti fisiche” che lavorano quotidianamente alla diffusione dell’italiano nel mondo, la rete delle scuole italiane nel mondo, gli Istituti di Cultura, le università, i Comitati della Società Dante Alighieri, le associazioni dei nostri connazionali all’estero. E poi, la nuova rete di chi, non italiano di nascita, ha fatto dell’italiano la propria lingua di lavoro, utilizzandolo per scrivere o per insegnare e facendosi testimone, attraverso il proprio lavoro, del nostro Paese e della nostra cultura.

Ampia la varietà delle iniziative che Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura offriranno a tutti gli amanti della nostra lingua e che possono essere scoperte, come di consueto, nel Portale della Lingua Italiana (linguaitaliana.esteri.it). Anche quest’anno si prevede che verranno superati i mille eventi, che toccheranno tipologie e ambiti diversi. Così, ad esempio, in Svizzera, Paese che contribuisce ogni anno in modo particolare al successo della Settimana, il Prof. Massimo Palermo terrà a Ginevra una conferenza dal nome “Italiano 2.0: come la rete sta cambiando il nostro modo di leggere e scrivere i testi” a Ginevra, mentre a Basilea avrà luogo una conferenza di linguistica a cura della Prof.ssa Angela Ferrari dal titolo “La rivoluzione della punteggiatura nella rete”. In Brasile, a San Paolo, la Scuola Eugenio Montale presenterà un Progetto sull’importanza delle parole nell’era digitale dal titolo “Dal Latino all’Italiano in Rete”. In Giappone, dal 18 al 21 ottobre, si terrà la conferenza dal titolo “#Italiano, ma cos’è la lingua della rete?”, accompagnata dalla giornata dell’aggiornamento didattico “Insegnare l’italiano 2.0: nuove tecnologie e risorse online”.

La Settimana costituirà anche un’occasione per incontri e convegni sul tema della lingua tra esperti provenienti da mondi diversi, dal giornalismo all’economia alla politica, come nel caso della Tavola rotonda di due giorni organizzata il 19 e 20 ottobre dall’Istituto e dall’Ambasciata di Berlino. Oppure, per fare il punto sulla diffusione della lingua italiana nel Paese e delle strategie per un consolidamento, come a Mosca.

Share This
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress