10. Grande afflusso alla sala letture della Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati”

Biblioteca delle migrazioni "Dino Buzzati"La Biblioteca civica di Belluno è chiusa? La Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati” è aperta e mette a disposizione la propria sala lettura. Grande l’afflusso di utenza in queste prime due settimane del mese di gennaio, anche perché la Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati”, presente nella sede dell’Associazione Bellunesi nel Mondo in via Cavour 3 a Belluno (100 metri dal piazzale della Stazione del treno), è aperta tutti i giorni – da lunedì a venerdì – dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00. Un orario quindi adatto anche alle esigenze di un’utenza differenziata.

«La nostra Biblioteca è attiva dal 2005», sono le parole del presidente Abm Oscar De Bona, «e di certo dobbiamo ringraziare la lungimiranza e il sostegno economico di Ester Riposi, storica socia della nostra Associazione venuta a mancare nel 2017».

Un sala lettura con servizio wi-fi e fotocopie, in un ambiente idoneo per lo studio.

Per maggiori informazioni contattare il numero 0437 941160 o inviare una mail a: biblitoeca.migrazioni@bellunesinelmondo.it

9. Il MiM Belluno, il Museo dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, “emigra” per un giorno a Castelfranco Veneto

MiM Belluno - Museo interattivo delle MigrazioniSe c’è un museo non convenzionale è proprio il MiM Belluno – Museo interattivo delle Migrazioni. Mercoledì 29 gennaio il museo dell’Associazione Bellunesi nel Mondo “emigrerà” a Castelfranco Veneto, al Liceo “Giorgione”. Per due ore gli studenti di questo istituto trevigiano avranno la possibilità di fare un viaggio nel mondo dell’emigrazione veneta e italiana, con video dedicati, dati e testimonianze dirette.

Da Belluno saranno presenti il consigliere Abm Luciana Tavi e il direttore Marco Crepaz, mentre la testimonianza degli ex emigranti sarà supportata dall’Associazione Trevisani nel Mondo.

La richiesta di “trasferire” per un giorno in MiM Belluno a Castelfranco Veneto è stata fatta dal circolo Auser locale, che era venuto in visita al Museo interattivo delle Migrazioni l’anno scorso.

«Siamo felici che il nostro museo sia richiesto anche in altre zone del Veneto», le parole del presidente Abm Oscar De Bona, «e in particolar modo dalle scuole. La storia della nostra emigrazione deve essere assolutamente diffusa e mi auguro che possa esserci un maggior sostegno al nostro associazionismo da parte degli Enti regionali e nazionali».

8. Il presidente della Famiglia Bellunese di Pinhalzinho in visita all’Associazione Bellunesi nel Mondo

Da sinistra Patrick Zancanaro, Oscar De Bona, Antonio Dazzi, Dino Bridda e Ubaldo Piaia.Dal Brasile a Belluno per conoscere la sede dell’Associazione Bellunesi nel Mondo. Nella mattinata di mercoledì 22 gennaio è venuto in visita Patrick Zancanaro, presidente della nuova Famiglia Bellunese di Pinhalzinho (Brasile). Questo circolo ha ricevuto nel mese di novembre, direttamente dalle mani del presidente Abm Oscar De Bona, il gonfalone che ufficializza la costituzione e il riconoscimento della Famiglia.

Una realtà dinamica quella della Famiglia Bellunese di Pinhalzinho, che punta sul mantenimento del legame con la terra bellunese e veneta attraverso la musica e il folklore.

«Nella mia città il ballo tradizionale italiano è associato alla tarantella», le parole di Zancanaro, «ma in realtà non esiste solo quella danza, anzi. Noi veneti abbiamo un grande patrimonio culturale del folklore, che è stato tramandato anche in Brasile. Il nostro obiettivo è quello di farlo conoscere maggiormente».

All’incontro era presente anche il presidente Abm Oscar De Bona, con il consigliere Antonio Dazzi, il direttore della rivista “Bellunesi nel mondo” Dino Bridda e il consigliere del Comune di San Tomaso Agordino Ubaldo Piaia.

7. Pubblicati nel sito Bellunesinelmondo.it tutti i Comuni della provincia di Belluno

i Comuni della Provincia di BellunoConosci il tuo Comune di appartenenza? L’Associazione Bellunesi nel Mondo, per informare al meglio i propri soci sparsi in tutti i Continenti, ha pubblicato nel proprio sito istituzionale, www.bellunesinelmondo.it, le schede informative riferite a tutti i Comuni della Provincia di Belluno.

«La nostra Associazione da sempre è un punto informativo per i nostri soci», le parole del presidente Abm Oscar De Bona, «e ci sembrava quindi opportuno pubblicare nel nostro sito tutte le informazioni in merito, che saranno aggiornate a seconda delle indicazioni dei Sindaci». Oltre ai contatti diretti delle sedi municipali si possono trovare interessanti informazioni sulle principali attrazioni turistiche e paesaggistiche presenti nei singoli paesi del Bellunese. La pubblicazione è stata curata da Valentina De Bona, studentessa che sta concludendo il suo servizio di “Alternanza scuola lavoro” proprio negli uffici Abm.

6. Le Famiglie ex emigranti si incontrano nella sede Abm

Il logo dell'Associazione Bellunesi nel MondoÈ tempo di aggiornamenti e di programmazione per le Famiglie ex emigranti dell’Associazione Bellunesi nel Mondo. Sabato 1 febbraio i dirigenti dei circoli presenti in provincia di Belluno si incontreranno nella sede Abm in via Cavour a Belluno per programmare gli eventi del 2020 e per discutere nuovamente la Legge del Terzo settore, che rivoluzionerà, in parte, l’organizzazione degli stessi. Oltre al presidente Oscar De Bona interverrà il coordinatore delle Famiglie, Antonio Dazzi.

Un incontro quindi necessario anche in vista del 55° anniversario della Tragedia di Mattmark, che si commemorerà quest’anno nel Vallese (Svizzera) in data 3 agosto, e il 55° dell’Associazione Bellunesi nel Mondo in programma nel 2021.

5. La nostra emigrazione. Questa è la storia della famiglia De Nes, dall’Italia al Brasile

Francesco De Nes

Francesco De Nes

137 anni di emigrazione in Brasile. È il traguardo raggiunto dalla famiglia De Nes, che ha festeggiato il 16 novembre 2019 con il primo incontro dei discendenti nella città di Encantado (Rio Grande do Sul). Proprio lì dove tutto ebbe inizio.I primi ad arrivare furono Francesco De Nes, nato a Longarone il 18 settembre 1869, e sua mamma Giacomina Bratti, nata il 4 giugno 1846. Francesco aveva tredici anni e Giacomina era rimasta vedova. Con loro, a ricominciare la vita oltreoceano, c’erano anche i nonni materni, Andrea Bratti, nato il 19 febbraio 1821, e Domenica De Bona, nata il 30 agosto 1819. La famiglia arrivò in Brasile, nel porto di Rio de Janeiro, il 15 dicembre 1882, a bordo della nave “Berlin”. Scelsero il Sud del Paese per vivere, stabilendosi nell’attuale città di Encantado – allora 3ª frazione di Lajeado – dove lavorarono come contadini.Il 7 maggio del 1892 Francesco sposò Pia Giongo, nata nel 1870 nell’Impero austro-ungarico. Anche lei era arrivata nel porto di Rio de Janeiro, il 7 luglio 1879, quando aveva 10 anni. Era emigrata con i genitori, David Giongo e Maria Penes, viaggiando sulla nave “La France”. Nei registri dei passeggeri di quella nave sono presenti 54 austriaci. Di questi, 26 – inclusa Pia – ricevettero un sussidio dal Consolato brasiliano a Genova.Gli sposi ebbero sette figli: David Pio De Nes, nato il 28 aprile 1893; Antonio Augustinho (28 novembre 1894), Ernesto Luiz (14 novembre 1896), Benjamin Degnho (25 agosto 1898), Giacomina De Nes (19 luglio 1900), Maria (22 settembre 1905) e Giusto João (1904). Anche Giacomina Bratti, la madre di Francesco, in Brasile si risposò con Antonio Lucca. Morì a Encantado il 18 dicembre 1929, a 84 anni. Francesco si spense invece il 26 aprile 1930, a 61 anni, e Pia venne a mancare il 12 settembre 1948, a 78 anni. Furono  sepolti nel cimitero di Santo Antão, a Encantado. Attualmente il cognome De Nes è diffuso tra gli stati di Rio Grande do Sul, Santa Catarina, Paraná, São Paulo, Mato Grosso e Rio de Janeiro.I discendenti si impegnano a portare avanti ricerche per conoscere meglio la loro storia e per ampliare i rapporti fra parenti di questa grande famiglia italo-brasiliana.Valdir Francisco De Nes Chapecó, SC, Brasile.

Giacomina Bratti De Nes

Giacomina Bratti De Nes

 

Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress