QUESTIONE SOCIALE ED EMIGRAZIONE NEL MANTOVANO 1873-1896

da | 29 Feb 2016

questione sociale ed emigrazione nel mantovanoQUESTIONE SOCIALE ED EMIGRAZIONE NEL MANTOVANO 1873-1896
di Marco Gandini
2. ed Mantova: Sometti: Associazione mantovani nel mondo, 2000

Il lavoro qui presentato è il frutto di quattordici mesi interamente dedicati alla ricerca e allo studio. La forte motivazione che ha sostenuto tale impegno era dovuta alla consapevolezza che nessuno, fino a quel momento (fine anni Settanta), aveva approfondito, analizzato e studiato il fenomeno dell’emigrazione dei contadini mantovani durante la crisi economica che aveva colpito l’Europa, e di conseguenza anche il nostro paese, nel corso della seconda metà dell’Ottocento. La lacuna, nella storia locale, era ancor più macroscopica se si tiene presente una provincia, come quella mantovana, ove andava sempre più diffondendosi nel proletariato agricolo una nuova coscienza sociale, fonte e concausa di numerosi episodi di rivolta e di ribellione. Lo stimolo iniziale della ricerca nasce dalla scoperta di una serie d’articoli apparsi sulla Gazzetta di Mantova dell’epoca che raccontava le peripezie di numerosi contadini mantovani emigrati in Costa Rica e impiegati nella costruzione di una ferrovia che doveva collegare la capitale, San José, col porto atlantico di Limon. Da questa prima scintilla è nata poi la curiosità di allargare le ricerche sulla stampa locale ad un periodo più ampio. Pagina dopo pagina, sono stati sfogliate ventitré annate della Gazzetta di Mantova, dieci dell’avversaria Provincia di Mantova, venti del settimanale La Favilla, ventitré del Bollettino del Consorzio Agrario di Mantova, senza dimenticare la Statistica dell’emigrazione all’estero, a cura del Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio. Il quadro che si viene così formando, sempre più ricco di informazioni, si fa via via più approfondito grazie anche agli Atti di polizia Italiana conservati in numerosi buste dell’Archivio di Stato di Mantova. E’ così che ben presto si scopre come l’emigrazione in Costa Rica non sia che un filone minore di quel gran flusso di contadini che invece, in gran parte, si dirige verso le coste del Brasile, favorito in ciò dalla gratuità del viaggio da Genova a Rio de Janeiro. Tutta una serie di pubblicazioni, recenti e dell’epoca, aiuta poi a scoprire quali sono gli stati brasiliani che accolgono i nostri emigranti, nelle fazendas o nelle colonie agricole, aprendo squarci sulla vita che vi conducono e testimoniandoci soprattutto delle enormi sofferenze che hanno accompagnato il cammino di tutti, anche di quelli che col tempo riescono a sistemarsi in maniera soddisfacente. Ciò è stato possibile consultando testi non solo delle varie biblioteche mantovane, ma cercando opere a Bologna, Firenze, Venezia, Bergamo e Roma (Archivio Centrale dello Stato) che in alcuni casi sembravano ininfluenti ai fini del lavoro ma che poi fornivano quell’unica, fondamentale informazione che, da sola, invitava ad iniziare nuove stimolanti ricerche. Al termine di questa fatica, forte era la consapevolezza che, per il momento, non si poteva fare di più. Il terreno era stato in gran parte preparato. Vi erano ancora, ovviamente, molte zone d’ombra ma si era convinti che senz’altro qualcun altro, stimolato da quest’opera, avrebbe ampliato e approfondito gli studi sull’argomento. La storia di questi anni sta a testimoniare che nel Mantovano e in alcune università brasiliane il discorso è stato ripreso.

Lo trovi presso la Biblioteca dell’emigrazione “Dino Buzzati”, anche attraverso il sistema di interprestito.
Per info e contatti:
biblioteca.migrazioni@bellunesinelmondo.it
Facebook: bibliotecaemigrazione
Tel. + 39 0437 941160

Meteo Dolomiti

link esterno al Centro Valanghe di Arabba: immagine che illustra le previsioni meteorologiche per la giornata di domani.

A cura del Servizio Meteorologico Regionale
Centro Valanghe di Arabba

Ricette Dolomitiche

Ricette Dolomitiche
Share This
Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Design by DiviMania | Made with ♥ in WordPress