Messa in sicurezza della Sp 251 della Val di Zoldo, la Provincia interviene con 1,1 milioni di euro

da | 7 Apr 2021 | 0 commenti

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Frana sulla Sp 251 della Val di Zoldo

La Provincia di Belluno finanzierà per intero il progetto di messa in sicurezza della Sp 251 della Val di Zoldo, per un investimento di 1 milione 100mila euro. È quanto emerso ieri mattina, martedì 6 apriel 2021, dall’incontro tra il presidente Roberto Padrin, i consiglieri delegati Fabio Luchetta (infrastrutture) e Massimo Bortoluzzi (difesa del suolo), e il responsabile di Veneto Strade per Belluno Michele Artusato.

«Abbiamo deciso di finanziare in anticipo le risorse necessarie al progetto di messa in sicurezza, a valere sull’avanzo di amministrazione – spiega il consigliere Luchetta -. Aspettavamo i fondi di ristoro dell’alluvione di dicembre, ma i tempi sembrano andare per le lunghe e nel frattempo è necessario intervenire in uno dei punti più disagiati della viabilità bellunese. La provinciale della Val di Zoldo è rimasta chiusa per diverse settimane dopo l’evento meteo del dicembre scorso, con disagi notevoli per i cittadini e con rischio concreto di isolamento per l’intera vallata. È vero che la strada passerà ad Anas con la riclassificazione, ma la Provincia ha il dovere di ascoltare le esigenze del territorio e mettere in campo le risorse necessarie per risolvere o alleviare eventuali problemi. E il problema della Val di Zoldo è obiettivamente una priorità».

Nelle prossime settimane sarà perfezionato il progetto di intervento. «Un intervento complesso – spiega il consigliere Bortoluzzi – perché incide sull’asta del torrente Maè, motivo per cui avevamo coinvolto anche l’ente preposto, vale a dire il Genio civile. Il dissesto sulla 251 è causato da un corso d’acqua e in quanto tale non sarebbe di stretta competenza provinciale, ma l’esigenza di mettere in sicurezza la strada, e di rispondere alle necessità del territorio, è più forte di qualsiasi questione di competenza. Il dissesto interessa una strada che al momento è ancora provinciale e il futuro passaggio ad Anas non deve essere motivo di ostacolo per intervenire, perché rimarrà comunque un’arteria a servizio degli abitanti della Val di Zoldo, fondamentale per fini turistici e che potrebbe servire anche nel caso in cui dovesse verificarsi qualche problema sulla 203 Agordina».

Meteo Dolomiti

link esterno al Centro Valanghe di Arabba: immagine che illustra le previsioni meteorologiche per la giornata di domani.

A cura del Servizio Meteorologico Regionale
Centro Valanghe di Arabba

Iscriviti alla Newsletter

Ricette Dolomitiche

Ricette Dolomitiche
Share This
Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Design by DiviMania | Made with ♥ in WordPress