Approvato in V Commissione al Senato un emendamento alla legge di Bilancio per stanziare un milione di euro grazie ai quali sperimentare il voto elettronico alle elezioni politiche, alle europee e ai referendum per quanti si trovano fuori sede.
Sarà un decreto di Viminale e Ministero dell’Innovazione a redigere le specifiche norme con cui attuare la fase sperimentale del voto digitale. La novità riguarderà esclusivamente gli italiani all’estero e gli elettori che per motivi di studio, lavoro o cure mediche non si trovano nel comune di residenza.
«Nell’ambito della riforma del voto all’estero si è spesso toccato il tema del voto elettronico – il commento del sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo – con l’inizio della sperimentazione si avvia la fase più operativa. L’obiettivo – prosegue Merlo – resta quello di mettere in sicurezza il voto degli italiani nel mondo».

Share This
Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress