SUEM 118 VENETO. Due elicotteri in servizio nel Bellunese in luglio e agosto 2022

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Salgono a due per questa estate gli elicotteri del Suem 118 per il servizio di emergenza-urgenza nell’area montana delle Dolomiti bellunesi e dell’Ulss 1 Dolomiti. Oltre a “Falco”, basato a Pieve di Cadore, per i mesi di luglio e agosto un secondo velivolo, basato a Cortina d’Ampezzo, sarà a disposizione per intervenire in un periodo di grande afflusso turistico sulla montagna veneta.

La novità è stata resa possibile dalle sinergie tra ULSS 1 Dolomiti, Dolomiti Emergency, Soccorso Alpino e CREU regionale, a luglio e agosto, in via sperimentale. Il velivolo sarà dotato di equipaggio sanitario, messo a disposizione da Dolomiti Emergency. La II delegazione Dolomiti Bellunesi del Soccorso Alpino garantirà la presenza di un tecnico di elisoccorso. Il servizio per ora in regime di sperimentazione sarà attivo tutti i giorni per 12 ore.

“E’ un’iniziativa significativa – dice il Presidente della Regione Veneto – che aggiunge qualità ai servizi che vogliamo offrire ai turisti nostri ospiti e che ritengo, una volta valutati gli esiti della sperimentazione, possa essere confermata in pianta stabile per quei mesi dell’anno in cui l’affollamento della montagna, spesso affrontata con poca prudenza da molti frequentatori, fa crescere a dismisura il rischio di incidenti”.

“E’ una novità – aggiunge – da guardare anche in ottica delle Olimpiadi invernali del 2026, quando nulla, ma proprio nulla, potrà essere lasciato al caso”.

L’elicottero sarà attivato sempre dalla Centrale Operativa del SUEM 118, sulla base delle necessità e potrà essere un valido supporto agli interventi in particolare nell’alta provincia.

Un lavoro ben fatto – conclude il Governatore – per il quale ringrazio la direttrice dell’Ulss Dolomiti Maria Grazia Carraro, Dolomiti Emergency anche per l’apporto economico, il Centro Regionale Emergenza Urgenza e l’insostituibile Soccorso Alpino”.

Tesi di laurea sull’emigrazione veneta: aperto il bando regionale

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Mantenere viva la memoria della grande emigrazione dal Veneto e comprenderne le ricadute sul sistema sociale, economico e culturale.

Questo l’obiettivo del bando di concorso per tesi di laurea lanciato dalla Regione del Veneto.

La partecipazione è riservata a giovani laureati che abbiano discusso una tesi in materia di emigrazione veneta in un’università regionale, nell’anno in corso o nei due precedenti.

La scadenza per partecipare è fissata al 30 settembre 2022.

Il bando completo è disponibile sul sito: bur.regione.veneto.it.

Regione Veneto. Tre progetti di Residenza per artisti: il bando

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Bando della Regione Veneto volto a sostenere tre progetti di Residenza per artisti in materia di spettacolo dal vivo per il triennio 2022-2024.

L’iniziativa è cofinanziata dal Ministero della Cultura. 

Possono partecipare soggetti pubblici o privati operanti nel campo dello spettacolo dal vivo (enti locali, istituti, associazioni culturali, fondazioni, cooperative senza fine di lucro, ecc.) dotati di uno statuto regolarmente registrato con l’obbligo di redazione di un bilancio annuale.  

Esclusi dalla partecipazione i Teatri nazionali, i Teatri di rilevante interesse culturale, le Istituzioni Concertistico Orchestrali, i Teatri di tradizione, che non possono assumere titolarità di Residenze e pertanto non possono presentare progetti autonomi.  

Il termine per l’invio delle proposte è fissato al 12 giugno 2022.

Tutti i dettagli e il bando completo sono disponibili sul sito: www.regione.veneto.it.

Scoprire Buzzati attraverso un concorso letterario: bando del Csv Belluno Treviso

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

Il rapporto tra uomo e montagna. È il tema del bando letterario proposto dal Csv Belluno Treviso in ricordo dello scrittore bellunese Dino Buzzati.

Il concorso si rivolge agli studenti iscritti a un istituto universitario italiano o estero e residenti in Veneto o in Lombardia.

Per partecipare bisognerà inviare entro il 31 dicembre 2022 un elaborato (sotto forma di tema, saggio breve o relazione) di dimensioni comprese tra le tre e le sei cartelle editoriali (1.800 battute, spazi inclusi, ciascuna).

Ogni concorrente potrà partecipare con un solo elaborato, redatto in lingua italiana e inedito.

Tre i premi previsti: 600 euro al primo, 500 al secondo, 400 al terzo.

Dettagli e bando completo sono disponibili sul sito: www.csvbelluno.it.

La rassegna stampa di Radio ABM, giovedì 17 marzo 2022

La rassegna stampa di Radio ABM dedicata alla lettura delle edizioni di oggi, giovedì 17 marzo 2022, dei quotidiani bellunesi il Corriere delle Alpi e Il Gazzettino.


Le notizie in primo piano:
Lutto a Pedavena. È mancato a 39 anni Mauro Siragna | Crisi ucraina. Al lavoro la macchina dell’accoglienza per i profughi | Ponte nelle Alpi. 450 persone alla marcia per la pace: abbraccio tra un bambino russo e un bambino ucraino | Incidente fatale lungo la Feltrina. Morto un 46enne brasiliano | Cede le quote dell’azienda in bancarotta a un senza tetto: condannato un imprenditore dell’Alpago | Bosco in fiamme: chiusa la strada regionale 251 della Val di Zoldo | SPORT | Hockey, quarti di finale di Alps League. Cortina in casa per gara 2 contro il Renon | Calcio. Al via la Viareggio Cup: ci sono anche i bellunesi Piazza e De Min | www.bellunesinelmondo.it/radio-abm

“Volver, ovvero il sogno di un ritorno”. Conferenza-spettacolo sull’emigrazione veneta in Argentina

SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. DIVENTA SOCIO

“Volver, ovvero il sogno di un ritorno”. Si svolgerà oggi (14 gennaio) alle 17.30 nell’Aula Magna dell’Ateneo Veneto, a Venezia, la conferenza-spettacolo sul contributo degli emigrati veneti in Argentina nel Novecento.

Un contributo in quanto forza generatrice di una nazione e della sua forma culturale maggiormente espressiva, il Tango, dichiarato nel 2009 patrimonio culturale immateriale dell’umanità dall’Unesco.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività culturali rivolte ai veneti nel mondo e promosse dalla Regione del Veneto.

Il programma prevede l’alternarsi di interventi da parte di esperti e performance di Tango e musica dal vivo.

Apriranno l’evento i saluti di Antonella Magaraggia, presidente dell’Ateneo Veneto. Condurrà Paolo Balboni. Interventi di Javier Grossutti, Camillo Robertini, Dino Dei Rossi, Liviana Loatelli, Hernàn Fassa. Ballerini di tango: Alejandro Aquino e Angelica Grisoni. Cantante: Paola Fernandez dell’Erba. Musiche di Manlio Francia, Mario Battistella, Astor Piazzolla eseguite da Hernàn Fassa (pianoforte), Gino Zambelli (bandoneon), Giovanni Restieri (violino), Virgilio Monti (contrabbasso).

Tutti i dettagli sull’iniziativa sono disponibili consultando il sito: ateneoveneto.org.

Open chat
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Design by DiviMania | Made with ♥ in WordPress