Il 2018 sarà “migliore” per gli italiani all’estero. Nella notte di ieri, infatti, tra le misure che sono state approvate dalla Commissione Bilancio del Senato, approvata anche un’importante modifica nel panorama delle “micro-misure”. Si tratta del rifinanziamento, per 4 milioni, in favore degli italiani all’estero.

Esprime soddisfazione Ilaria Del Bianco (nella foto), presidente dell’UNAIE (Unione Nazionale Associazioni Immigrati ed Emigrati) che afferma: “Siamo felici di questa attenzione nei confronti del lavoro che viene svolto con le nostre associazioni all’estero che ci porta ad impegnarci ulteriormente con l’auspicio che la situazione migliori con costanza”. Alle spalle infatti un periodo difficile, coinciso con la crisi generale e con le nuove emergenze dovute alla mobilità e al profondo cambiamento della struttura e delle esigenze dei connazionali nel mondo.

A cosa sono destinati i mezzi? La Del Bianco, che si occupa da tempo della definizione degli aspetti economico-sociali e culturali riguardanti la presenza italiana nel mondo, elenca alcune attività fondamentali: “Primaria è la promozione sia della lingua che della cultura italiana all’estero per la quale sono stati stanziati 1 milione di euro aggiuntivo rispetto al finanziamento a regime nel 2018 e 1,5 milioni di euro a decorrere dal 2019; 400mila euro, sempre nel 2018, sono invece destinati al Consiglio generale italiani all’estero e 100mila ai Comites; 600.000 euro, a decorrere dal 2018, serviranno per l’adeguamento salariale del personale, mentre un totale di 900mila euro è destinato alla stampa; infine, le Camere di Commercio italiane all’estero sono finanziate con 1 milione di euro per l’anno 2018”.

Quali risultati si vogliono raggiungere lo spiega ancora la Del Bianco: “Fondamentale è operare sul mantenimento della lingua che permette un continuo contatto e apre ad una costante presenza delle nostre genti sui territori di provenienza. Il tutto per quel bisogno di radici e di riferimenti sia culturali che economici che sono imprescindibili per chiunque, in particolare per le nuove generazioni. A questo scopo lavoriamo intensamente con le Camere di commercio per veicolare la conoscenza del nostro spazio, dei prodotti, delle capacità, delle nuove tecnologie che sono veicolo di sviluppo. I mezzi così investiti diventano un volano di ricchezza per tutti”.

Share This
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress