Venerdì scorso si è riunito  in Roma il Comitato organizzatore degli Stati generali dell’associazionismo degli italiani nel mondo.

Il Comitato ha affrontato diversi aspetti relativi  all’organizzazione dell’iniziativa prevista per i  primi mesi del 2015.

Il Comitato organizzatore ha deciso di promuovere, a  partire dal mese di ottobre, riunioni in Italia e all’estero decidendo di attivare le articolazioni delle associazioni  partecipanti,  presenti nelle  Regioni ed all’Estero, perché si facciano parte attiva  dell’organizzazione  degli eventi e perché sollecitino, altresì, la partecipazione ed il contributo delle diverse forme di autorganizzazione sociale  dei nostri connazionali.

A tal fine la segreteria organizzativa del Comitato ha avuto il mandato di predisporre il calendario delle iniziative che verrà reso noto nei prossimi giorni.

Una particolare attenzione è stata posta   alla  comunicazione  trasparente ed efficace sul percorso in atto, e sugli  obiettivi degli “Stati generali dell’associazionismo degli italiani nel mondo”.

E’ in preparazione una campagna mirata che punterà  su media  tradizionali della comunicazione  ma anche sui social media, con riferimento al portale degli Stati Generali (https://statigeneraliassociazionismo.wordpress.com/ che consente in tempo reale l’accesso a tutti i siti delle associazioni che hanno costituito il Comitato organizzatore o già aderito al Manifesto.

Dopo la pausa estiva è ripresa in particolare la campagna di adesioni anche attraverso i canali propri  di ognuna delle federazioni ed associazioni coinvolte.

Particolare impegno è stato assunto, altresì, da parte del Coordinamento delle Consulte regionali   che partecipa alle riunioni del Comitato organizzatore.

Il Comitato invita quindi tutte le realtà associative a diffondere capillarmente nei diversi paesi, il Manifesto degli Stati generali e a far aderire tutti coloro che ne condividano contenuti e prospettive. L’adesione può essere fatta compilando on line un breve modulo all’indirizzo: https://statigeneraliassociazionismo.wordpress.com/adesioni/.

Al secondo punto all’ordine del giorno l’annunciato rinnovo dei Comites  che interessa in primo luogo le associazioni.

Al riguardo il Comitato organizzatore responsabilmente ha ritenuto importante richiamare  i nostri connazionali all’estero alla iscrizione nei registri consolari, sottolineando l’importanza dell’esercizio del  diritto al voto e indicando la strada della libera ed autonoma formazione  di liste esclusivamente promosse dalle associazioni presenti nelle nostre comunità.

Il Comitato ha espresso l’auspicio che le liste siano collegate a programmi di rinnovamento aderenti alle esigenze delle nostre comunità ed a candidati, sopratutto giovani, che esprimano una discontinuità  evitando  i rischi, sempre incombenti  di partitizzazione che in non pochi casi ha pesato e pesa sulla autonomia associativa.

Le modifiche che in sede di commissione esteri della Camera, fuori da qualsiasi confronto, sono state introdotte alla legge  istitutiva dei Comites  (previsione di liste di partito, esenzione solo per i partiti politici dall’obbligo di raccogliere le firme, invio delle schede di preiscrizione ai capofamiglia ecc), fanno emergere un quadro affrettato che non consente di dare tutte le garanzie per un voto nel quale si ritrovino tutti i requisiti che ne garantiscano la piena e consapevole  fruizione.

Il voto in commissione esteri è stato un errore politico riconosciuto ampiamente anche da numerosi esponenti politici anche se non convintamente contrastato in sede di partito.  E’ il caso di dire che ognuno si assume le responsabilità, personali e collettive  degli esiti delle rispettive scelte.

1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by
Share This
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress