Poesie e…

Al presepio

AL PRESEPIO L’era ani che volée far ‘na roba là in saloto, ma an cinét me vergognée e po’ ‘ndée zogar al loto. Ben, lo fàe, ho dit ‘sto an; l’é question de far ossequio, proprio co’ le me do man costruise an bel Presepio. Càte al muscio sul murét, la giaréta fora a...

leggi tutto

SALE NERO. STORIE CLANDESTINE di Valentina Loiero; con un intervista a Andrea Camilleri; prefazione di Laura Boldrini Roma: Donzelli, 2007 Il difficile percorso di una giornalista del Tg5 che inizialmente per caso e quasi controvoglia è costretta a raccontare i...

leggi tutto

Tradizione e alimentazione nel Feltrino

Se magnea quel che se “ sunea” (produrre e raccogliere il raccolto) Nel feltrin, fin ai ani zinquanta. La popolazion, gran part, l’ èra in campagna ! Casete con: sot cusina, caneva e stala, Sora le camere e po’ la sofita. Do vache, an vedel, El puner con tante pite e...

leggi tutto

Al simitero…

Ogni òlta che vàe al simitero pense sempre al me' destin, e preghe sempre San Piero che al spète un sc'iàntenin. Parchè quando el al ciàma gnèn la siòra cò la so lama e la fa tutt an drètt èla nò varda nè siòri o poarètt. Cossi al mondo al va avanti èla la pensa par...

leggi tutto

EL VENT…

El urla el fiscia el fa su an gran bacàn sel sent che l'ariva che le n'cora lontan. Te par che' l se ferme a te far na carezha ma de colpo el riparte come uno che ha pressa. El sgòrla lamiere, finestra e balcùi el despica camise, calzhèt e lenzhiòi. A le femene bule e...

leggi tutto

Man che juta…

Man che à jutà a viver un fradèl nà sorèla la so mission l'è sempre quèla. Man che al calvario de tanti malà cò nà garzeta umida laòri sechi à bianà. Man lidière e sane che à datt conforto anca se qualchedùn al te dèa par morto. Man che à sugà lagreme e sudòr dal viso...

leggi tutto

San Martin…

San Martin benedett in questi di al pàr che al fàe manco frètt. Ma basta n'ociàda de sol che par i veciòtt … l'è quel che ghe oòl. Anca 'nà piera freda la poòl dar calor, basta che la vèrde al còr. Ma se gnèn qualche di de bell se poòl scaldarse i oss sott al tò...

leggi tutto

40 ANI FA

Sergio Gobesso di Liegi ci scrive: “in questi giorni ho fato un po’ di ordine nella mia biblioteca e ho trovato questa poesia che parla delle prime donne Bellunesi che dopo la seconda guerra mondiale sono “emigrate” in Svizzera per lavoro. Penso che non tutti i...

leggi tutto

AFRICA-ITALIA. SCENARI MIGRATORI a cura di Maria Paola Nanni, Franco Pittau Roma: IDOS, stampa 2010 Il 1960 è l’anno simbolo dell’emancipazione dell’Africa dalla dipendenza coloniale. Dopo mezzo secolo, quale è il posto dell’Africa nel nuovo scenario globale e il...

leggi tutto
I GELATIERI VENETI IN GERMANIA

I GELATIERI VENETI IN GERMANIA

I GELATIERI VENETI IN GERMANIA. UN'INDAGINE SOCIO-LINGUISTICA di Laura Campanale Frankfurt am Main, P. Lang 2006 Un'indagine sul fenomeno dell'emigrazione stagionale dei gelatieri veneti in Germania, dal punto di vista storico e dal punto di vista sociolinguistico. Un...

leggi tutto

Al fer Al faure

Fer, fer fon al fer fer, fer che fone del fer? Na britola na ciaf o na seradura? An ciodo na clamera o na mesura? Na zapa, na forca o n badil? Na inferiada, an seghet o na scarpa ferada? An fer da cauze da barba o da fen? Da fisie da incastro o da fùak? Fer par fa l...

leggi tutto
Share This
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress