DA MEZZO SECOLO AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ

Da mezzo secolo al servizio della comunitàDA MEZZO SECOLO AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ
UN’ASSOCIAZIONE TRA STORIA, MEMORIA E AZIONE SUGLI SCENARI DELL’EMIGRAZIONE BELLUNESE
a cura di Dino Bridda
Belluno: Bellunesi nel mondo, 2016

La storia di queste vallate, giacenti all’ombra delle Dolomiti e unite dalla cerniera della Piave, è fatta di migrazioni secolari, costantemente segnate da speranze e nostalgie. Sul grande libro della nostra storia hanno apposto la loro firma centinaia di migliaia di abitanti di queste terre, ma il loro segno avrebbe rischiato di venire cancellato dalla patina inesorabile del tempo, dall’indifferenza verso un passato da rimuovere. Queste pagine nascono proprio per combattere tutto ciò e nel tentativo di dare voce a chi, altrimenti, non verrebbe mai ascoltato, così come accadde nel 1966 con la nascita di quella che oggi è l’Associazione Bellunesi nel mondo. Qui sono racchiuse storie legate all’emigrazione dei secoli scorsi, a testimonianze di solidarietà, a un presente che guarda al futuro con gli occhi delle nuove generazioni nella speranza che i protagonisti vi si possano riconoscere. Infine, forse è anche un tentativo per cercare di vivere al meglio il nostro presente nella lezione di chi ci ha preceduto.

Disponibile presso la Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati”, anche attraverso il sistema di interprestito.
Per info e contatti:
biblioteca.migrazioni@bellunesinelmondo.it
Tel. + 39 0437 941160
FB: bibliotecaemigrazione

 

LE MINIERE DI AGORDO

Le miniere di agordoLE MINIERE DI AGORDO
STORIE DI VALLE IMPERINA
di Raffaello Vergani
Belluno: Nuovi Sentieri, 2016

In questo libro l’autore raccoglie tredici articoli e saggi pubblicati tra il 1975 e il 2008 in varie sedi e dedicati alla storia del centro minerario e metallurgico di Valle Imperina. Tutti tranne uno, che costituisce il capitolo VI e tratta delle innovazioni tecnico-produttive introdotte nell’industria dei metalli non solo nel nostro centro, ma i generale in tutta l’area veneta durante l’età moderna.

Disponibile presso la Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati”, anche attraverso il sistema di interprestito.
Per info e contatti:
biblioteca.migrazioni@bellunesinelmondo.it
Tel. + 39 0437 941160
FB: bibliotecaemigrazione

 

WE THE ITALIANS

we the italiansWE THE ITALIANS.
CINQUANTA INTERVISTE SULL’ITALIA NEGLI USA.
GLI ITALIANI D’AMERICA SI RACCONTANO
di Umberto Mucci
Roma: Armando, 2016

Il libro è una selezione delle migliori interviste realizzate dall’autore, per la piattaforma online “We the Italians”. Ogni intervistato ha un originale punto di vista dato dalla sua storia e dalla sua attività per analizzare il rapporto tra Italia e Stati Uniti. Ogni conversazione contribuisce a rafforzare la tesi secondo la quale quando l’Italia e gli Stati Uniti si incontrano e lavorano insieme, il risultato è meraviglioso. La comunità italiana negli Stati Uniti costituisce un gruppo prestigioso e vincente fatto da persone motivate, legate da un grande talento e dal desiderio di realizzare il loro sogno.

Disponibile presso la Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati”, anche attraverso il sistema di interprestito.
Per info e contatti:
biblioteca.migrazioni@bellunesinelmondo.it
Tel. + 39 0437 941160
FB: bibliotecaemigrazione

 

PER ALLARGARE GLI ORIZZONTI

Per allargare gli orizzontiPER ALLARGARE GLI ORIZZONTI.
LA CHIESA DI BERGAMO IN EMIGRAZIONE
a cura dell’ufficio per la pastorale dei migranti della diocesi di Bergamo; Todi: Tau, 2016

Con questo volume si conclude la ricerca Chiesa di Bergamo in emigrazione, promossa dall’Ufficio per la Pastorale dei Migranti della Diocesi di Bergamo. Un percorso di sei anni che ha prodotto una nuova e crescente attenzione verso l’emigrazione italiana da parte della Chiesa bergamasca, con uno sguardo particolare, ovviamente, ai suoi sacerdoti impegnati nelle Missioni Cattoliche Italiane in Europa. Attualmente sono nove i sacerdoti della Diocesi di Bergamo impegnati come missionari in Belgio, Svizzera, Liechtenstein, Francia, Regno Unito e Spagna. A loro vanno aggiunti anche diversi religiosi e religiose. È una storia lunga ormai più di un secolo che continua. Le Missioni cambiano modalità (e talvolta località) seguendo le trasformazioni della società stessa, ma intatto rimane il fine pastorale e di assistenza religiosa per gli italiani all’estero. Il testo ripercorre l’intera vicenda, raccontando di come nei primi decenni del Novecento la sezione bergamasca dell’Opera Bonomelli rappresentò il contributo più importante dei cattolici orobici nel campo dell’assistenza agli emigranti.

Disponibile presso la Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati”, anche attraverso il sistema di interprestito.
Per info e contatti:
biblioteca.migrazioni@bellunesinelmondo.it
Tel. + 39 0437 941160
FB: bibliotecaemigrazione

 

UN MEDICO A CAPORETTO

Un medico a CaporettoUN MEDICO A CAPORETTO.
I DIARI DI GUERRA DI UGO FRIZZONI
a cura di Paolo Barcella; Bellinzona: Fondazione Piero e Marco Pellegrini-Guglielmo Canevascini; Bergamo: Sestante, 2015

Il volume, curato dal professore di storia contemporanea dell’Università di Bergamo Paolo Barcella, raccoglie i diari scritti da Ugo Frizzoni, medico discendente da una famiglia grigionese emigrata a Bergamo, durante i 18 mesi trascorsi sul fronte orientale della Prima Guerra Mondiale, rimanendo coinvolto anche nella ritirata di Caporetto.

Disponibile presso la Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati”, anche attraverso il sistema di interprestito.
Per info e contatti:
biblioteca.migrazioni@bellunesinelmondo.it
Tel. + 39 0437 941160
FB: bibliotecaemigrazione

COSE DI VECCHIE CASE

Cose di vecchie caseCOSE DI VECCHIE CASE.
ATTREZZI E AMBIENTI DI VITA DELLA FAMIGLIA CONTADINA.
LA CASA CONTADINA, LA CUCINA, COSE DI CASA
di Lois Bernard; disegni di Renato Dal Cin; consulenza fotografica di Oreste Tormen
Seren del Grappa: DBS, 2016

“Cose di vecchie case” è il primo volume di un’opera che è omaggio alla genialità e inventiva della cultura rurale di un tempo. Un glossario del sapere montano: questo è “Cose di vecchie case”, primo volume dell’opera “Impreste”. Firmato da Lois Bernard, Impreste è un’opera “monumentale”: frutto di oltre dieci anni di ricerche, racconta la civiltà rurale tra Prealpi e Dolomiti. Oggetti, arredi, ambienti del vivere quotidiano: l’autore li passa in rassegna uno ad uno documentandone caratteristiche tecniche e funzionalità. “Non mi sono però limitato a descriverli nella loro materialità – spiega l’autore – non volevo solo raccontare perché erano fatti in un certo modo e con certi materiali e in che modalità venivano utilizzati o chi e come li si costruiva; ho voluto piuttosto quasi entrare in empatia con loro”.“Più che restituire l’atmosfera di un tempo – spiega lo storico Daniele Gazzi – Bernard fa capire al lettore l’inventiva, la genialità, le conoscenze che permisero la realizzazione di tali oggetti. In questo sta l’eccezionalità della sua opera, che è complessivamente un omaggio a quella capacità di “arrangiarsi trovando sempre una soluzione” che è segno distintivo del vivere in montagna. Impreste offre una rivalutazione culturale del mondo montano che, ben lontano da ogni stereotipo, si conferma come società capace di esprimere ingegno e intelletto spesso sorprendenti”.

Disponibile presso la Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati”, anche attraverso il sistema di interprestito.
Per info e contatti:
biblioteca.migrazioni@bellunesinelmondo.it
Tel. + 39 0437 941160
FB: bibliotecaemigrazione

Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress