Elezioni europee. La Farnesina allestirà 237 seggi nei Paesi Ue

237 seggi comprensivi di 468 sezioni. È quanto ha allestito la Farnesina nei Paesi dell’Unione europea per consentire ai cittadini italiani iscritti all’Aire di votare alle prossime elezioni europee di maggio.
Questa la distribuzione: Austria 6 seggi e 9 sezioni; Belgio 6 seggi e 49 sezioni; Bulgaria un seggio e una sezione; Cipro un seggio e una sezione; Croazia 4 seggi e 5 sezioni; Danimarca 2 seggi e 3 sezioni; Estonia un seggio e una sezione; Finlandia un seggio e una sezione; Francia 65 seggi e 95 sezioni; Germania 61 seggi e 152 sezioni; Grecia 5 seggi e 6 sezioni; Irlanda un seggio e 4 sezioni; Lettonia un seggio e una sezione; Lituania un seggio e una sezione; Lussemburgo 4 seggi e 5 sezioni; Malta un seggio e 2 sezioni; Paesi Bassi 6 seggi e 9 sezioni; Polonia 2 seggi e 2 sezioni; Portogallo 5 seggi e 5 sezioni, Regno Unito 38 seggi e 73 sezioni; Repubblica Ceca 2 seggi e 2 sezioni; Romania 2 seggi e 2 sezioni; Slovacchia un seggio e una sezione; Slovenia 2 seggi e 2 sezioni; Spagna 14 seggi e 32 sezioni; Svezia 3 seggi e 3 sezioni; Ungheria un seggio e una sezione.

Europee 2019. Il vademecum della Farnesina sul voto all’estero

Pubblicato dalla Farnesina un vademecum sul voto degli italiani all’estero in vista delle elezioni europee di maggio.
In Italia si voterà il 26 maggio, nei Paesi Ue gli elettori Italiani voteranno il 24 e 25 maggio.
CHI VOTA
Gli Italiani residenti nei Paesi membri dell’Unione Europea e iscritti all’Anagrafe degli Italiani residenti all’estero (Aire) che non abbiano optato per il voto a favore dei candidati dello Stato di residenza.
Gli Italiani che si trovano temporaneamente in un Paese Ue per motivi di lavoro o di studio, e i loro familiari conviventi, se hanno inviato apposita domanda al Consolato prima del 7 marzo.
DOVE SI VOTA
Presso le sezioni elettorali appositamente istituite dalle Ambasciate e dai Consolati nei rispettivi Paesi dell’Unione Europea. Gli elettori iscritti all’Aire riceveranno a casa il certificato elettorale con l’indicazione della data, dell’orario delle votazioni e dell’indirizzo della sezione presso la quale votare.
NON HAI ANCORA RICEVUTO IL CERTIFICATO ELETTORALE?
Se non ricevi al tuo domicilio il certificato elettorale, puoi contattare l’Ufficio Consolare di riferimento a partire dal 21 maggio, per verificare la tua posizione elettorale e richiedere eventuale certificato sostitutivo.
PER CHI SI VOTA?
Si eleggono i membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia. L’elettore potrà votare per le liste dei candidati italiani presentate nella circoscrizione alla quale appartiene il Comune di iscrizione Aire.
COME SI VOTA?
Tracciando un segno sul simbolo della lista prescelta con la matita fornita dalla sezione elettorale. Si possono esprimere fino a tre preferenze per i candidati della lista prescelta. Nel caso di più preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza. Non apporre alcun segno di riconoscimento sulla scheda, pena l’annullamento del voto.
DIVIETO DI DOPPIO VOTO
Nessuno può votare più di una volta nel corso delle stesse elezioni. L’elettore che esercita il doppio voto è penalmente perseguibile.
RISIEDI IN UN PAESE UE MA INTENDI VOTARE IN ITALIA?
Gli Italiani residenti nei Paesi Ue che, in alternativa al voto all’estero, intendono votare in Italia possono farlo domenica 26 maggio presso il proprio Comune di iscrizione Aire.
È necessario:
1) Comunicare questa intenzione al Sindaco del Comune entro il 25 maggio
2) Presentare il certificato elettorale ricevuto per votare all’estero
RISIEDI ALL’ESTERO, MA FUORI DALL’UNIONE EUROPEA?
Puoi votare solo in Italia presso il Comune di iscrizione Aire. Riceverai dal Comune una cartolina avviso, che non è obbligatorio presentare al seggio.

Elezioni europee. Precisazioni sulle modalità di voto all’estero

Nessuno alle europee voterà per corrispondenza. Contrariamente a quanto indicato nei giorni scorsi a proposito del voto dei militari impegnati in missioni internazionali all’estero, nessuno che oggi risieda o si trovi per lavoro in un paese extra Ue potrà votare se non tornando in Italia. Le precisazioni arrivano dallo Stato Maggiore della Difesa e dalla Farnesina.
I destinatari della legge sulle elezioni del Parlamento europeo «sono esclusivamente i cittadini che si trovano nell’ambito dell’Ue. Rimangono esclusi – precisa la direttiva dello Stato Maggiore – quanti si trovano nei paesi extracomunitari, per i quali non è normativamente previsto uno strumento di voto come quello per corrispondenza utilizzato per le politiche nazionali».

Champions League. Le raccomandazioni dell’Ambasciata d’Italia in vista della partita Ajax-Juve

In vista della gara di Champions League fra Ajax e Juventus del 10 aprile ad Amsterdam, l’Ambasciata italiana a L’Aja ha pubblicato il protocollo di assistenza consolare a beneficio dei tifosi italiani, invitandoli a «rispettare le disposizioni impartite dalle Autorità olandesi».
Il numero della Polizia olandese per casi di emergenza è 112. Il numero per casi non di emergenza è 0900-8844. La Stazione di Polizia più vicina allo Stadio è sita in zona Zuidoost all’indirizzo Flierbosdreef n. 15 – 1102 BV Amsterdam. In caso di telefonata al 112, l’operatore indirizza l’utente al servizio richiesto a seconda della natura dell’evento riportato. L’ospedale più vicino allo Stadio è l’UMC-AMC (Academic Medical Centre) all’indirizzo: Meibergdreef 9, 1105 AZ Amsterdam Tel. N. 0031 20 5669111.
Per segnalare casi gravi, che richiedano assistenza consolare, il numero di reperibilità dell’Ambasciata è il seguente: +31651541399.

Brexit. Sul sito della Farnesina una pagina informativa per i connazionali nel Regno Unito

La Farnesina ha pubblicato sul proprio sito una pagina dedicata al “focus” sulla Brexit. Vi si trovano informazioni sullo stato del negoziato, sulle attività di preparazione italiane al recesso britannico “con” e “senza Accordo” e uno specifico approfondimento sul tema dei “diritti dei cittadini”. Presente anche una sezione “collegamenti utili” che rimanda ai comunicati del Governo in materia di Brexit, alle pagine di approfondimento Brexit delle altre Amministrazioni italiane, agli approfondimenti Brexit presenti sul sito dell’Ambasciata a Londra, nonché al sito della Commissione europea.

Il Consolato Generale di Colonia assume un impiegato

Indetta dal Consolato generale d’Italia a Colonia una procedura di selezione per l’assunzione di un impiegato a contratto da adibire ai servizi di assistente amministrativo nel settore consolare-visti.
I requisiti per candidarsi sono i seguenti:

  • aver compiuto 18 anni;
  • essere in possesso di un diploma di istruzione secondaria di 1° grado o equivalente;
  • avere la residenza in Germania da almeno due anni.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro le ore 17.00 del 15 aprile. Per tutte le informazioni si rimanda all’apposita pagina presente nel sito del Consolato di Colonia: conscolonia.esteri.it

 

1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress