Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha emesso il bando “Leonardo da Vinci” 2019. L’obiettivo è «valorizzare a livello internazionale le competenze e le capacità del capitale umano dell’alta formazione e della ricerca italiane». Sono previste tre linee di azione attraverso le quali, da un lato verranno sostenute attività di mobilità di docenti, ricercatori e laureati di secondo ciclo italiani per svolgere attività accademiche all’estero; dall’altro, verranno premiati elaborati scientifici o artistici che contribuiscono alla diffusione dell’arte e della cultura italiane nel mondo. Le tre azioni nel dettaglio.
Azione 1: mobilità dei docenti della formazione superiore italiana, finalizzate a favorire relazioni strutturate in qualità di visiting academic con centri di eccellenza della formazione superiore e della ricerca mondiali;
Azione 2: mobilità di giovani ricercatori, dottori di ricerca e dottorandi, specializzati e specializzandi, assegnisti di ricerca, cultori della materia, laureati magistrali e diplomati di secondo livello AFAM, finalizzata a stabilire rapporti con centri di eccellenza della formazione superiore e della ricerca mondiali e/o a frequentare brevi corsi di perfezionamento in istituzioni estere;
Azione 3: Medaglia “Leonardo Da Vinci” per il miglior elaborato originale scientifico o artistico, riferibile alle categorie dei giovani ricercatori, dottori di ricerca e dottorandi, specializzati e specializzandi, assegnisti di ricerca, cultori della materia, laureati magistrali e diplomati di secondo livello AFAM.
Sono ammessi alla presentazione delle candidature esclusivamente i Direttori dei Dipartimenti universitari, i Presidi delle Scuole o Facoltà universitarie (con funzione di raccordo interdipartimentale), i Direttori delle Istituzioni AFAM (statali e non statali legalmente riconosciute). Le istituzioni della formazione superiore italiana cui si indirizza il bando “Leonardo da Vinci” sono tutte le università statali e quelle non statali legalmente riconosciute, purché beneficiarie di contributi ministeriali ai sensi della normativa vigente; tutte le istituzioni AFAM statali e quelle non statali legalmente riconosciute, purché beneficiarie di contributi ministeriali ai sensi della normativa vigente. Solo per l’Azione “Medaglia” sono ammesse alla compilazione della domanda di partecipazione anche le Ambasciate italiane all’estero. La presentazione delle candidature, firmate e corredate di tutta la documentazione richiesta, deve essere effettuata esclusivamente on line attraverso il portale PICA del CINECA (selezionando il pulsante ‘BANDO/CALL’ dell’Azione prescelta). Sullo stesso portale sono disponibili anche il bando e i relativi allegati. Le domande di partecipazione vanno redatte entro le 13.00 (ora italiana) del 4 marzo 2019.
Ciascun proponente può presentare una sola candidatura nell’ambito di una sola delle tre azioni previste dal bando, il cui testo integrale è disponibile QUI.

1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by
Share This
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress