Con la data simbolica dell’otto marzo è iniziata nel Centro Servizi Casa Padre Kolbe di Pedavena una collaborazione con l’Associazione Bellunesi nel Mondo: quest’anno si svolgeranno una serie di incontri in struttura incentrati sul tema dell’emigrazione e su come questa sia stata vissuta e percepita dagli anziani ospiti. Il primo appuntamento, fortemente voluto dal direttore di Casa Kolbe, Roberta Bortoluz, ha visto la presenza e l’esposizione della signora Luciana Tavi, che in qualità di consigliere dell’ABM e accompagnata dalla “civilina” Giulia Francescon, ha trattato il fenomeno dell’emigrazione femminile e delle balie da latte. Si è voluto rendere omaggio a donne forti e coraggiose che, per il bene della famiglia e sacrificando in parte loro stesse, andavano a lavorare all’estero: donne con bimbi ancora in fasce oppure matrone con i capelli ormai grigi e qualche ruga in più lasciavano le loro amate montagne per cercare un futuro migliore, incuranti della fatica, delle difficoltà e delle novità che avrebbero trovato in terra straniera. A questo proposito si è ricordato, grazie anche all’intervento dell’assessore comunale Cristiano Velo, la figura di Anna Rech, vedova pedavenese di fine Ottocento partita per il Brasile con i suoi sette figli all’età di 47 anni riuscendo addirittura a fondare un piccolo paese che oggi conta più di 20mila abitanti e che porta il suo nome Ana Rech. Ad arricchire ulteriormente il dibattito ci hanno pensato volontarie ed ospiti della Struttura con racconti di episodi personali legati all’emigrazione in Svizzera, con poesie inneggianti la “sacralità” della donna vista come focolare domestico e promotrice di vita e con la testimonianza di una cara amica di Casa Kolbe l’ostetrica Maria Pollaci di Pedavena che ha dichiarato di essersi finalmente concessa la meritata “pensione” dopo aver fatto nascere pochi mesi fa il suo ultimo bambino (uno dei 7600 nati grazie a lei) all’età di 94 anni.

1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by
Share This
Design by Alfred Team | Made with ♥ in WordPress